Investire nell’ascesa tecnologica della Cina

Accedi alle aziende cinesi trainate dalla tecnologia con UBS ETF

04 giu 2021

Il governo cinese ha individuato come obiettivo, in termini di priorità di crescita strategica, le industrie ad alta tecnologia. Gli investimenti per consolidare i player nazionali hanno iniziato a dare i loro frutti e l’innovazione tecnologica costituisce uno dei principali driver di crescita del Paese del Dragone. L’economia digitale cinese rappresenta oggi circa il 30% del PIL, essendo più che raddoppiata rispetto al 2008. La nostra soluzione, trasparente e basata su regole, intende cogliere queste opportunità selezionando le 100 maggiori aziende cinesi trainate dalla tecnologia.

Fase per fase: come avviene la costruzione del portafoglio dell’indice Solactive China Technology

Oltre a selezionare società del settore tecnologico tradizionale e del sub-settore delle tecnologie sanitarie, il Solactive China Technology Index include anche aziende i cui ricavi provengono per la maggior parte da varie attività commerciali innovative e legate al progresso tecnologico, tra cui genomica, robotica e automazione, sicurezza informatica, intrattenimento digitale, cloud computing, auto del futuro, blockchain e social media.

Figura: una panoramica della metodologia dell’indice

La tabella mostra cinque colonne che raffigurano la costruzione della metodologia dell’Indice. Le colonne sono strutturate per: Settori ed economie, Borse incluse nell’Indice, Ponderazioni per l’inclusione nell’Indice, i 100 maggiori titoli azionari e Diversificazione.

Al fine di cogliere la maggior parte delle opportunità disponibili, l’indice incorpora quotazioni onshore, offshore ed estere nell’universo autorizzato all’investimento. Per mantenere l’indice replicabile, solo i titoli azionari di classe A, negoziati tramite Stock Connect, sono autorizzati e inclusi al 20% della loro capitalizzazione di mercato a flottante libero, così da riflettere le restrizioni imposte alla proprietà estera. Una volta selezionati i 100 titoli maggiori, alle singole componenti si applica un limite massimo di sicurezza del 10% per diversificare i rischi dell’emittente.


Potrebbe interessarti anche

Quali opportunità di investimento scegliere?