Habib Asal Artista figurativo

Habib Asal

L’artista concettuale Habib Asal, nato nel 1974 ad Amman, in Giordania, vive e lavora a Zurigo. Ha studiato presso le università di belle arti di Vienna, Berna e Zurigo, concludendo il suo percorso di studio nel 2011 con un master. Asal esprime il suo approccio intellettuale verso i principali temi socio-politici tramite opere formalmente distinte, quali installazioni, testi, performance, disegni e ready-made. Nei suoi prodotti artistici Asal gioca spesso con le aspettative dell’osservatore, cercando di ampliare il suo punto di vista attraverso le proprie opere e di stimolare alla riflessione su fenomeni transculturali e di attualità. Una sua installazione del 2016, ad esempio, invita il visitatore a salire su una scala per guardare all’interno di un cubo di vetro posto alla sua sommità. Al suo interno vi è un pezzo di carta che riporta la frase «This is not what you have expected it to be».

Le sue origini fanno sì che il Medio Oriente e l’indagine artistica su concetti quali identità, nazionalità, inclusione/esclusione e rappresentazione diventino temi ricorrenti nelle sue opere. Attualmente si concentra sui temi estremamente attuali, quali l’immigrazione, la crisi dei rifugiati, il pericolo e la paura. Le opere di Habib Asal sono esposte regolarmente presso mostre in Svizzera e in Europa, tra cui si annoverano anche due personali dedicate all’artista nel 2016 dal Kunstmuseum Thun e dalla galleria knoerle & baettig di Winterthur. Il lavoro di Asal è stato più volte premiato con borse di studio a progetto e soggiorni in atelier, tra cui anche un contributo riconosciutogli dalla Città e dal Cantone di Zurigo.

Con un contributo di riconoscimento di CHF 15'000, il Consiglio di fondazione rende omaggio a una visione artistica che si confronta con i temi dell’attualità, affrontando le questioni culturali, sociali e politiche di oggi.