Fondazione Marguerite Arp Restauro dei lavori su carta di Hans Arp e Sophie Taeuber-Arp

Fondazione Marguerite Arp - Restauro dei lavori su carta di Hans Arp e Sophie Taeuber-Arp

Nel 1959 Hans Arp (1886 - 1966) e la sua seconda moglie Marguerite Arp-Hagenbach (1902 - 1994) acquistano una residenza-atelier a Locarno, dove il rinomato pittore, scultore e poeta avrebbe vissuto e lavorato fina alla sua morte. È qui che la sua vedova costituisce, nel 1988, la fondazione che porta il suo nome con una collezione di circa 1600 opere d’arte, allestita in gran parte da Hans Arp e dalla sua prima moglie, Sophie Taeuber-Arp (1889 - 1943). Si tratta soprattutto di opere su carta come acquarelli, collage, stampe, volumi d’arte che fanno parte dell’importante lascito della coppia di artisti. Da qualche tempo, la collezione è conservata adeguatamente in un nuovo edificio dello studio di architettura zurighese Gigon/Guyer, con deposito e spazio espositivo parzialmente accessibile al pubblico. A questo riguardo la fondazione ha anche lanciato un ambizioso progetto per la conservazione e il restauro dei lavori su carta, destinato a restituire a circa 1400 opere il loro splendore. Il progetto comprende anche ulteriori materiali di archivio, come i manoscritti con poesie inedite di Hans Arp, oppure fotografie storiche sulla vita e le opere dell’artista e del suo entourage.

Con un contributo al progetto pari a CHF 15000, il Consiglio di fondazione sostiene l’ambizioso progetto della Fondazione Marguerite Arp e quindi la messa in sicurezza di un lascito molto significativo per la storia dell’arte moderna.