Associazione «Die Schweiz im Ersten Weltkrieg» Mostra «14/18: Die Schweiz und der Grosse Krieg»

Associazione «Die Schweiz im Ersten Weltkrieg» - Mostra «14/18: Die Schweiz und der Grosse Krieg»

La Prima Guerra Mondiale, spesso definita anche «catastrofe primordiale dell’umanità», oltre a mietere circa 17 milioni di vittime lasciò gravi strascichi economici, sociali e politici in vaste aree del pianeta. Nonostante la Svizzera fosse stata risparmiata dalle azioni belliche, anch’essa dovette fare i conti con le molteplici conseguenze della «Grande Guerra». In particolare, la cosiddetta economia di guerra, con i conseguenti problemi nell’approvvigionamento alimentare, insieme al crollo del potere d’acquisto produssero il depauperarsi di ampi settori della popolazione, acuendo le tensioni sociali e politiche culminate nello sciopero generale del 1918. Questo avvenimento testimonia uno dei cambiamenti a livello economico, sociale e politico tematizzati dalla mostra «14/18: Die Schweiz und der Grosse Krieg» («14/18: la Svizzera e la Grande Guerra»). Con una serie di «Tappe di storia svizzera», grazie all’ausilio di oggetti, fotografie, filmati e documenti, vengono affrontati temi come la «Mobilitazione e l’occupazione dei confini» (1914), o la «Congiuntura di guerra e il boom delle esportazioni» (1915). La mostra itinerante, accompagnata da una pubblicazione ad hoc, è stata concepita e organizzata da un team di storici e curatori in collaborazione con diverse università. La mostra sarà ospitata al Museo nazionale svizzero di Zurigo, così come nei musei storici di Losanna, Neuchâtel, San Gallo, Frauenfeld e Basilea, dove verrà inaugurata il 22 agosto 2014.

Con un contributo al progetto pari a CHF 30 000, il Consiglio di fondazione sostiene la realizzazione della mostra sulle ripercussioni in Svizzera della Prima Guerra Mondiale, che consente al grande pubblico di confrontarsi con un capitolo della storia contemporanea del nostro paese non ancora del tutto esplorato.