Comunicati stampa


Indicatore UBS dei consumi: moderata propensione al consumo da inizio anno

Zurigo/Basilea | | Media Releases Switzerland

  

A gennaio, l’indicatore UBS dei consumi è stato sotto pressione. Penalizzante è stato soprattutto il calo delle nuove immatricolazioni di automobili.

Zurigo/Basilea, 27 febbraio 2013 – A gennaio, l’indicatore UBS dei consumi è sceso a 1,18 punti rispetto al valore di 1,32 (corretto a 1,34) del mese precedente. Il calo è dovuto alle deludenti nuove immatricolazioni di automobili. Ma ci sono stati anche impulsi positivi: l’andamento degli affari nel commercio al dettaglio e la fiducia dei consumatori sono decisamente migliorati.

Dopo l’impennata delle immatricolazioni registrata lo scorso anno, la situazione sembra essersi normalizzata. A gennaio, le nuove immatricolazioni di automobili sono scese bruscamente di circa il 10 percento rispetto allo scorso anno, raggiungendo quota 21 000. La previsione resta prudente anche per il resto dell’anno. Gli importatori di veicoli prevedono per quest’anno un calo del 10 percento nelle nuove immatricolazioni, per un valore complessivo di 295 000. Anche se l’indebolimento dovesse interessare l’intero anno, non sarebbe certo una catastrofe. In primo luogo, nel 2012 la Svizzera ha registrato il secondo numero più alto di immatricolazioni di automobili della sua storia. Di conseguenza il calo si è presentato in un contesto molto positivo. In secondo luogo, la Svizzera continua a registrare un buon posizionamento rispetto al resto d’Europa. L’Associazione dei Costruttori Europei di Automobili (ACEA) ha recentemente pubblicato gli indici di gennaio per le nuove immatricolazioni di automobili per l’Eurozona, che nel frattempo hanno raggiunto il loro minino storico.

Sono stati individuati sviluppi positivi anche nell’andamento economico del commercio al dettaglio e nella fiducia dei consumatori rilevata dalla Seco. Ciò dimostra che i consumatori svizzeri sono ottimisti come non lo erano da un anno e mezzo. La fiducia dei consumatori, che rientra nell’indicatore UBS dei consumi come uno dei cinque sottoindicatori, si attesta nuovamente leggermente al di sopra della media storica.

dell’indicatore UBS dei consumi

Calcolo dell’indicatore UBS dei consumi
Con un anticipo di circa tre mesi rispetto alle cifre ufficiali, l’indicatore UBS dei consumi dà un’idea dell’andamento dei consumi privati elvetici, che con circa il 60% rappresenta la componente più significativa del PIL svizzero. L’indicatore precursore UBS è calcolato in base a cinque variabili legate ai consumi: vendite di nuove autovetture, andamento delle vendite nel commercio al dettaglio, numero di pernottamenti in albergo da parte di residenti in Svizzera, indice della fiducia dei consumatori e fatturato delle carte di credito generato tramite UBS presso i punti vendita nazionali. Ad eccezione dell’indice della fiducia dei consumatori, tali dati sono aggiornati con cadenza mensile.

UBS SA
 
 

Contatti

Caesar Lack, UBS CIO Wealth Management Research
Tel. +41 44 234 44 13, caesar.lack@ubs.com

Bernd Aumann, UBS CIO Wealth Management Research
Tel. +41-44-234 88 71, bernd.aumann@ubs.com


Pubblicazioni UBS e previsioni relative alla Svizzera disponibili al sito: www.ubs.com/wmr-swiss-research


www.ubs.com