Nouvelles UBS

Il Chief Investment Office (CIO) di UBS Wealth Management presenta il libro bianco «Business with Impact», dedicato ai nuovi modelli di sostenibilità aziendale

Zurich Media Releases Global Media Releases Americas Media Releases APAC Media Releases EMEA Media Releases Switzerland

   

  • Storicamente le società miravano ad soddisfare i principi di base della sostenibilità per gestire i rischi operativi e di reputazione. Il libro bianco del CIO illustra come le imprese possano migliorare la propria performance implementando standard più elevati ed esplorando in modo più attivo le opportunità di fare affari in modo sostenibile.
  • Un approccio incentrato sul «business a impatto» potrebbe attirare in particolar modo i Millennial e gli investitori che attribuiscono una grande importanza alla sostenibilità e ad altre aree collegate come, ad esempio, gli investimenti a impatto, mirati a produrre risultati sul piano sociale e ambientale oltre che a generare rendimenti finanziari.
  • Per rispondere alle sfide della sostenibilità occorreranno investimenti nell’ordine di 5000 - 7000 miliardi di dollari l’anno1, che stimoleranno la domanda di prodotti e servizi associati alla sostenibilità.

Zurigo, 19 settembre 2017 – Il Chief Investment Office di UBS Wealth Management ha pubblicato oggi un libro bianco intitolato Business with Impact: From corporate social responsibility to corporate societal returns (Business a impatto: dalla responsabilità sociale aziendale ai risultati aziendali a beneficio della la società). Lo studio giunge alla conclusione che le imprese hanno maggiori probabilità di ottenere performance superiori e soddisfare i propri investitori se trattano la sostenibilità come un’opportunità per ottenere validi rendimenti e produrre un impatto sociale o ambientale misurabile, anziché limitarsi a gestire i rischi legati alla sostenibilità. Il libro bianco presenta alcune case history e interviste con alti dirigenti tra cui Paul Polman, Presidente del World Business Council for Sustainable Development e CEO di Unilever, e Tan Sri Dr. Lim Wee Chai, Executive Chairman di Top Glove Corporation.

Negli ultimi anni, è notevolmente aumentato l’interesse degli investitori nei confronti della sostenibilità e delle opportunità di business ad essa collegate anche grazie al lancio degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU (SDG), che hanno raccolto un ampio sostegno. I patrimoni gestiti in base a criteri d’investimento responsabile sono passati da 18.300 miliardi di dollari nel 2014 a 22.900 miliardi di dollari nel 20162.

Le iniziative orientate alla sostenibilità si dimostrano in grado di accrescere l’utile aziendale e, al contempo, mitigare i rischi, favorendo un approccio incentrato sul «business a impatto». Un esempio recente è il programma SCORE dell’Organizzazione internazionale del lavoro per la promozione delle imprese competitive e responsabili. Attraverso un aumento della produttività e il taglio agli sprechi, il programma ha permesso alle aziende produttrici di ottenere elevati risparmi sullo stoccaggio della produzione in eccesso, migliorando inoltre, in modo misurabile, il benessere dei lavoratori. A più lungo termine, il raggiungimento degli obiettivi SDG richiederà investimenti nell’ordine di 5000 - 7000 miliardi di dollari l’anno1, che stimoleranno la domanda di prodotti e servizi associati alla sostenibilità.

L’approccio incentrato sul «business a impatto» potrebbe attirare in particolar modo i Millennial e gli investitori donna, nonché altri stakeholder aziendali con una crescente influenza finanziaria. Ad esempio, i giovani sotto i 35 anni tendono a vendere gli investimenti che presentano possibili problemi di sostenibilità3, mentre il 65% delle donne giudica gli investimenti in base ai loro effetti sociali, politici o ambientali, contro appena il 42% degli uomini4.

Mark Haefele, Global Chief Investment Officer di UBS Wealth Management, ha affermato: «A fronte della crescente pressione esercitata dagli investitori e da altri stakeholder sulle imprese, il modo migliore per affrontare le sfide della sostenibilità è trattarle come un’opportunità. L’approccio incentrato sul «business a impatto» può aiutare le aziende non solo a migliorare la propria impronta sociale e ambientale, ma anche ad accrescere i propri rendimenti finanziari».

Simon Smiles, Chief Investment Officer for Ultra High Net Worth di UBS Wealth Management, ha dichiarato: «I nostri clienti più facoltosi si concentrano sempre più sulla sostenibilità, sia a livello di investimenti sia di gestione aziendale. Ci aspettiamo una progressiva convergenza verso un approccio basato sul “business a impatto” sia nei confronti delle proprie imprese sia delle società in cui investono».

Paul Polman, Presidente del World Business Council for Sustainable Development e CEO di Unilever, ha affermato: «Dal punto di vista delle aziende, la sostenibilità genera opportunità, efficienze e possibilità d’innovazione. Permette alle imprese di attirare e trattenere dipendenti, clienti e investitori e contribuisce a tutelare le proprie licenze e la propria reputazione. Pertanto, le società sostenibili prosperano e producono buoni rendimenti per gli azionisti».

Tan Sri Dr. Lim Wee Chai, Executive Chairman di Top Glove Corporation, ha dichiarato: «Le aziende che vogliono diventare più sostenibili ma credono di non disporre di risorse sufficienti possono cominciare su scala ridotta e aumentare gradualmente gli investimenti nelle aree più produttive in termini di risultati sociali e finanziari. La priorità dovrebbe andare agli investimenti di lungo periodo in aree come il benessere dei dipendenti, dati i potenziali benefici che ne derivano».


Raccomandazioni: come implementare l’approccio basato sul «business a impatto» all’interno di un’azienda

  • Lavorare con altre organizzazioni per mettere alla prova diversi approcci a impatto, soddisfare le esigenze dei clienti e superare le problematiche interne. Tra la principali case history figura la collaborazione avviata negli ultimi anni da C&A con C&A Foundation, GIZ, TBM Consulting Group, Giving Evidence e Solutions Matrix.
  • Sfruttare l’esperienza di società non quotate e family office per incorporare risultati sociali e ambientali nell’attività operativa in modo scalabile. Secondo uno studio del 2016 sulla filantropia delle imprese famigliari5, quasi la metà delle imprese famigliari che contano da 501 a oltre 5000 dipendenti, e più di un terzo di quelle con meno di 500 dipendenti, sono già impegnate sul fronte degli investimenti a impatto.
  • Imparare dai clienti e dagli investitori orientati alla sostenibilità come investire in un’ottica di lungo termine. Ne sono un buon esempio alcuni operatori del settore dell’impact investing, che mira a massimizzare i risultati sociali e ambientali misurabili, oltre a generare validi rendimenti finanziari.
  • Costruire piattaforme digitali per entrare in contatto con altri investitori che hanno la stessa mentalità e opportunità idonee di «business a impatto». Oltre a creare occasioni di networking, queste reti possono fornire informazioni utili e incentivi all’investimento, nonchè favorire le valutazioni indipendenti di terzi.

Business a impatto: l’impegno di UBS

  • UBS è tra i leader mondiali nell’ambito della sostenibilità: per il terzo anno consecutivo ha conseguito il primo posto nel gruppo finanziario diversificato dei Dow Jones Sustainability Indices (DJSI) e ha ottenuto il miglior punteggio nella sua categoria per tutti e tre i fattori (impatto economico, ambientale e sociale).
  • UBS è tra i leader mondiali nell’ambito degli investimenti sostenibili e a impatto. I patrimoni dei clienti che UBS gestisce secondo principi sostenibili superano i 1000 miliardi di franchi svizzeri, ovvero circa un terzo del patrimonio investito dell’intero gruppo. UBS ha assunto l’impegno di raccogliere 5 miliardi di dollari entro cinque anni a favore di investimenti a impatto legati agli obiettivi SDG dell’ONU.

Per accedere alla versione integrale del libro bianco, visitate www.ubs.com/cio. Per partecipare alla discussione sul libro bianco sui social media, cercate #YouCanAdapt su Facebook, LinkedIn e Twitter.


1Brookings Institute, 2016
2Global Sustainable Investment Alliance, 2016
3Morgan Stanley, 2015
4US Trust, 2013
5EY, Università di San Gallo, 2016


UBS Group SA

 

Contatti

Svizzera:
Regno Unito:
Americhe:
Asia Pacifico:
 

 

+41-44-234 85 00
+44-207-567 47 14
+1-212-882 58 57
+852-297-1 82 00
 

www.ubs.com


Nota legale