UBS news

Indice della bolla immobiliare: lieve riduzione degli squilibri

Zurigo Media Releases Switzerland

Nel terzo trimestre del 2017 l'indice della bolla immobiliare ha segnato una leggera flessione e al momento si attesta in zona di rischio con 1,38 punti. Il lieve calo dei prezzi e l'aumento dei volumi ipotecari meno marcato rispetto al trimestre precedente hanno portato a una riduzione degli squilibri. La domanda di investimenti buy-to-let si è contratta marginalmente, ma rimane ancora a un livello non sostenibile sul lungo periodo.

Zurigo, 3 novembre 2017 – Nel terzo trimestre del 2017 l'UBS Swiss Real Estate Bubble Index è sceso leggermente e si attesta ora nella zona di rischio con 1,38 punti. Il valore rivisto del trimestre precedente è pari a 1,41 punti. Il calo dell'indice della bolla immobiliare è da attribuire a diversi fattori. In primo luogo, i prezzi delle abitazioni di proprietà sono leggermente diminuiti; inoltre la crescita del debito ipotecario si è di nuovo indebolita rispetto ai trimestri precedenti. In terzo luogo la domanda di investimenti buy-to-let ha registrato una lieve flessione.

Tuttavia, la debole crescita economica e il calo dei canoni di locazione hanno impedito una riduzione più marcata degli squilibri sul mercato delle abitazioni di proprietà, determinando da un lato una stagnazione nel rapporto tra prezzi d'acquisto e redditi delle famiglie, e dall'altro aumentando ulteriormente il divario tra prezzi d'acquisto e canoni di locazione.

I rischi del buy-to-let per l'economia

Proseguono su vasta scala gli acquisti di abitazioni di proprietà a fini d'investimento. Ormai da fine 2012, la quota di richieste di credito per appartamenti destinati alla locazione oscilla tra il 18 e il 20 percento e contribuisce agli squilibri esistenti sul mercato delle abitazioni di proprietà. Un'eventuale crisi economica o un notevole aumento dei tassi potrebbero colpire più duramente questo segmento rispetto al mercato residenziale. I bassi rendimenti netti tra il 2 e il 3 percento offrono un margine di sicurezza scarso contro l'aumento dei tassi, gli immobili sfitti o il calo dei canoni di locazione. In caso di crisi è molto probabile che gli investitori con diversificazione ridotta subiscano notevoli perdite patrimoniali. Inoltre, se una famiglia si ritrova in difficoltà finanziarie, un immobile buy-to-let viene venduto più rapidamente di un'abitazione di proprietà. Nel complesso, in una fase di correzione ciò può determinare una crescita dell'offerta sul mercato e quindi un aumento della pressione sui prezzi.

La domanda di abitazioni di proprietà si mantiene dinamica

Per la prima volta dall'inizio del boom edilizio del 2000, i prezzi delle abitazioni di proprietà hanno registrato un calo dell'1,4 percento al netto dell'inflazione rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente. UBS Chief Investment Office Wealth Management prevede comunque una chiusura d'anno positiva senza ulteriori contrazioni dei prezzi nel trimestre in corso. In generale si delinea un'accelerazione della crescita economica e quindi un aumento dei redditi per il prossimo anno. Inoltre, entro la fine del 2018, i tassi a lungo termine non dovrebbero aumentare se non sensibilmente, mantenendo ancora solida la domanda di abitazioni di proprietà a uso proprio e a fini d'investimento.


UBS Swiss Real Estate Bubble Index – 3° trimestre 2017

Analisi regionale: scelta delle regioni a rischio

La mappa delle regioni mostra le regioni da cui, nel caso di una correzione a livello di tutta la Svizzera, provengono i maggiori rischi per l’economia del paese. L’analisi si basa sulla densità della popolazione, sul livello dei prezzi e sullo sviluppo dei prezzi per le abitazioni di proprietà. La scelta delle regioni a rischio è quindi collegata alla situazione dell'UBS Swiss Real Estate Bubble Index. Non vengono presi in considerazione i rischi di sfitto e di liquidità.

Mappa delle regioni critiche – 3° trimestre 2017

Regioni di rischio per il mercato immobiliare residenziale svizzero e regioni con correzioni dei prezzi di oltre il 5% dal 2014 ad oggi

UBS Switzerland AG


Contatti

Claudio Saputelli, responsabile Swiss & Global Real Estate, Chief Investment Office WM Phone +41-79-513 50 45

Dr. Matthias Holzhey, responsabile Swiss Real Estate Investments, Chief Investment Office WM Phone +41-44-234 71 25

Lo studio UBS Swiss Real Estate Bubble Index può essere scaricato da internet al
seguente link: www.ubs.com/swissrealestatebubbleindex-en (disponibile in inglese, francese e tedesco).

L’indice è pubblicato su base trimestrale. La prossima data di pubblicazione dell'UBS Swiss Real Estate Bubble Index è prevista per il 7 febbraio 2018.

www.ubs.com