Previdenza Glossario: casse pensioni

Qui trovate brevi descrizioni dei principali concetti della previdenza professionale.

di UBS Sapere 24 mar 2020

Immagine: UBS

Accrediti di vecchiaia

Contributi di risparmio versati dall’assicurato e dal datore di lavoro nella previdenza professionale.

Ambito obbligatorio

Per i salari fino a 85 320 franchi per anno (nel 2020) le casse pensioni devono garantire le prestazioni previste dalla legge. Inoltre, sull’avere obbligatorio della cassa pensione si accredita un interesse annuo ( cfr. «Interesse minimo»).

Ambito sovraobbligatorio

I redditi superiori a 85 320 franchi per anno (nel 2020) non sono soggetti alle disposizioni di legge, ma possono essere comunque assicurati in molte casse pensioni. Il tasso di conversione nell’ambito sovraobbligatorio e l’interesse applicato possono risultare più bassi.

Avere di vecchiaia

L’avere di vecchiaia è composto dagli accrediti di vecchiaia individuali (contributi di datore di lavoro e lavoratore), dai riscatti volontari nella cassa pensione e dagli interessi a credito ricevuti.

Deduzione di coordinamento

Viene dedotta dal salario lordo per determinare il salario assicurato (coordinato). Dal salario assicurato (coordinato) si prelevano gli accrediti di vecchiaia ( cfr. «Accrediti di vecchiaia»). La deduzione di coordinamento ammonta a 24 885 franchi (nel 2020) e corrisponde a 7/8 della rendita AVS semplice massima.

Grado di copertura

Il grado di copertura indica il rapporto tra il patrimonio e gli impegni di una cassa pensione. Se il grado di copertura è inferiore al 100 percento significa che la cassa pensione non ha denaro sufficiente per soddisfare gli impegni attuali e futuri con i propri fondi.

Interesse minimo

Tasso d’interesse minimo stabilito annualmente dal Consiglio federale che deve essere applicato all’avere di vecchiaia LPP. Nel 2020 l’interesse minimo è pari all’1 percento.

PPA (promozione della proprietà di abitazione)

Possibilità prevista dalla legge di percepire anticipatamente dalla cassa pensione o costituire in pegno il patrimonio di previdenza dalla cassa pensione o dalla previdenza vincolata (pilastro 3a) per finanziare l’abitazione di proprietà a uso proprio.

Prestazione di libero passaggio

Capitale riconosciuto in caso di uscita da un istituto di previdenza e prima dell’insorgenza di un caso di previdenza (ad esempio il pensionamento). In caso di cambiamento d’impiego, sostanzialmente l’intera prestazione di libero passaggio (parte obbligatoria e sovraobbligatoria) deve essere trasferita alla cassa pensione del nuovo datore di lavoro.

Tasso di conversione

Tasso percentuale al quale l’avere di vecchiaia LPP viene convertito in una rendita annua vitalizia. Il tasso di conversione è pari al 6,8 percento (nel 2020), sia per le donne sia per gli uomini. Nell’ambito sovraobbligatorio (cfr. «Ambito sovraobbligatorio») la legge non prevede alcun tasso di conversione. Quando si applica lo stesso tasso di conversione all’intero avere di vecchiaia (parte obbligatoria e sovraobbligatoria) si parla di «tasso di conversione onnicomprensivo».

Principio dei tre pilastri

La previdenza di vecchiaia poggia in Svizzera su tre pilastri:

  • Il 1° pilastro, statale, è costituito dall’AVS e dall’assicurazione di invalidità. Sono obbligatorie e garantiscono il minimo esistenziale.
  • Il 2° pilastro, professionale, dovrebbe assicurare il mantenimento del tenore di vita abituale. È obbligatorio per i lavoratori.
  • Con il 3° pilastro, privato, si intende colmare la lacuna tra le entrate derivanti dal 1° e dal 2° pilastro e il reddito di cui necessita il pensionato.

Dal 1° gennaio successivo al compimento del 17° anno d’età, chi lavora è tenuto a versare contributi nella AVS/AI/IPG; l’obbligo si estende anche a chi non lavora a partire dal 1° gennaio successivo al compimento del 20° anno d’età.

Nel 2° pilastro i lavoratori sono assicurati, dal 1° gennaio successivo al compimento dei 17 anni, contro i rischi di invalidità e decesso, e dal 1° gennaio successivo al compimento dei 24 anni si inizia a risparmiare per la vecchiaia.

Nel pilastro 3a fiscalmente agevolato può effettuare versamenti chiunque percepisca in Svizzera un reddito soggetto all’AVS. Il pilastro 3b riguarda risparmi privati senza vincoli di legge o privilegi fiscali.