Edifici verdi Le piante migliorano la qualità della vita

More, kiwi o semplicemente edera: il verde sulle pareti delle case è più di una moda. Addirittura migliora la salute.

di Ueli Bischof 08 gen 2018

Gli sprazzi di verde negli edifici hanno un comprovato effetto calmante sulla psiche. Foto: istock.com.

Il terreno edificabile scarseggia. In Svizzera quattro persone su cinque vivono in città. La densificazione edilizia aumenta, ma c’è comunque richiesta di aree verdi. «Una soluzione a questo dilemma è portare più verde in città», spiega Mark Krieger della Scuola superiore per la tecnica di Rapperswil (HSR). E aggiunge: «È sano ed è anche economicamente allettante.» Il professore di architettura paesaggistica sa che le piante hanno un effetto tranquillizzante sulle persone e anche sul clima cittadino: «Gli alberi diminuiscono lo stress e mitigano freddo e calore.» È per questo che nei viali piantumati di Parigi è piacevolmente fresco, mentre nel resto della città dominano temperature anche superiori ai 30 gradi. E prosegue: «Quale allestimento tecnico è così raffinato da donare ombra in estate e far passare il sole d’inverno?»

Giardini verticali

Le piante in città sono bellissime, ma non resta molto spazio per loro. Mark Krieger propone soluzioni: «Anche in un posto piccolissimo è possibile creare visivamente tanto verde.» Grazie a tralicci sulle pareti, prospererebbero glicini e piante da frutto come more o kiwi. Chi non vuole difficoltà può invece ricorrere all’edera. Spiega infatti Krieger: «Non è affatto vero che distrugge le facciate.» L’intonaco deve semplicemente essere ben sigillato e la pianta essere potata prima che cresca nelle finestre o sotto il tetto.

I giardini verticali acquisiscono importanza nell’architettura. «Le facciate verdi sostituiscono le superfici coltivate», ci spiega Moritz Küderli, CEO di Hydroplant. La ditta si occupa da 45 anni del rinverdimento degli edifici. Ad esempio su una facciata del campus Novartis ha fatto crescere delle piante rampicanti e a rami cadenti, che cambiano con l’avvicendarsi delle stagioni e proteggono dalla luce UV e dai rumori. 

Il verde aumenta il valore dell’immobile

«Questo effetto funziona anche all’interno», aggiunge Küderli, che recentemente ha arredato un ufficio a Oerlikon con degli ulivi. E aggiunge: «Le piante aumentano l’umidità ambientale, migliorando la qualità dell’aria.» Il risultato è un comprovato aumento della capacità di concentrazione.

Ma le piante hanno anche un altro effetto. Aumentano il valore di un immobile, come conferma Daniel Hengartner, presidente dell’Associazione svizzera di valutatori immobiliari: «Ambienti esterni piacevoli aumentano la possibilità di locazione e fanno sentire bene chi ci abita.» Occorre però una pianificazione che riduca la necessità di manutenzione.

Verde ovunque

Cornici di prato: I prati naturali sono l’habitat migliore per la diversità della specie. Chi preferisce più ordine può creare una cornice di prato larga un metro intorno a quello naturale. Così la biodiversità viene favorita con eleganza.

Un bel respiro: Negli edifici che hanno finestre chiuse, l’umidità dell’aria spesso è troppo bassa. Una conseguenza è l’essiccazione delle mucose. Il cipero funge da regolatore naturale. Il valore ideale dell’igrometro è del 45%.