Ripartizione equa del patrimonio

Ciascuno ha la propria idea di ripartizione equa

I genitori e i loro discendenti possono avere idee divergenti sul trasferimento dei valori famigliari. Al contempo, le decisioni prese in maniera unilaterale non tengono conto dei desideri di tutte le persone coinvolte. Oltre alle disposizioni di legge e alle condizioni finanziarie, gli aspetti emotivi rivestono a loro volta un ruolo importante.

In linea generale, gli anticipi ereditari sono regolati dalla legge. Quando si tratta di versamenti di contanti, l’importo rimane invariato. Ma cosa succede se l’anticipo riguarda un immobile? Oppure, che cosa prevede la legge in caso di formazioni di durata e costo diversi? A cosa bisogna prestare attenzione in caso di lasciti a figliastri? E come devono essere investiti i valori patrimoniali per poter procedere con un conguaglio degli anticipi ereditari in caso di decesso?

Sono domande che anche Anne Z. (70) si è dovuta porre. Con un testamento intendeva fare in modo che tutti i suoi eredi ricevessero una quota equa e che non sorgessero discussioni.

Anne Z. è fiera dei suoi figli. Tra questi annovera sia i figli avuti dal primo matrimonio sia i suoi figliastri.

«Vorrei dare a mio figlio avuto dal primo matrimonio un terreno come anticipo ereditario, e al contempo versare a mia figlia il controvalore in contanti. Desidero che dopo il mio decesso i miei figliastri ricevano lo stesso trattamento dei miei figli biologici.»

Anne Z.

Cosa succede in assenza di testamento?

In linea di principio, gli anticipi ereditari vengono dedotti dalla futura quota ereditaria. Un milione in contanti rimane un milione. Ma, per i terreni, il principio non è lo stesso: a fare stato per il conguaglio è infatti il valore di mercato al momento del decesso e ciò può comportare una violazione della porzione legittima. I costi delle formazioni non vengono generalmente considerati anticipi ereditari nella misura in cui non superano l’entità usuale. In genere, i figliastri non hanno diritto all’eredità e non ricevono quindi niente.

Cosa si può fare, a cosa bisogna prestare attenzione?

Stilando un testamento, Anne Z. dispone di diverse alternative. Per esempio, può stabilire che il terreno donato non venga contabilizzato al valore di mercato. Potrebbe anche decidere che i costi delle formazioni vengano tenuti in considerazione. E può designare i figliastri come beneficiari di una quota ereditaria. Al riguardo, deve prestare attenzione a quanto segue: la porzione legittima minima dei suoi figli di primo matrimonio non può essere violata.

Sapevate che…

  • ... un contratto successorio permette di stabilire in maniera vincolante il valore di un bene immobiliare ai fini del conguaglio tra gli eredi?
  • … in caso di cambiamento della situazione famigliare è assolutamente necessario aggiornare la regolamentazione della successione?
  • … gli anticipi ereditari vaghi e non stabiliti per iscritto sono spesso fonte di litigi e discordie?
  • ... in molti cantoni, i figli non biologici sono soggetti all’imposta sulle successioni?
  • ... i costi di assistenza, l’attaccamento agli immobili oppure le difficoltà delle persone coinvolte a parlare della morte sono spesso trascurati nella pianificazione successoria?

Per realizzare i vostri desideri in fatto di successione

Verificate di aver pensato davvero a tutto. Per vostra informazione e per aiutarvi a prendere le vostre decisioni, abbiamo preparato per voi due documenti. Ordinateli ora, saremo lieti di inviarveli gratuitamente tramite e-mail.