Mediazione artistica Per famiglie e giovani

La Fondation Beyeler ha aperto le porte al pubblico nel 1997, affermandosi come uno dei musei più rinomati nel campo dell’arte moderna e contemporanea in Svizzera. Oltre a ospitare la collezione di Hildy ed Ernst Beyeler, il museo propone ogni anno grandi esposizioni di caratura assoluta. In veste di promotrice dell’arte di lunga data e impegnata, nonché come partner della mediazione artistica della Fondation Beyeler, UBS sostiene i progetti a favore di bambini, famiglie e giovani.

Cos'è l'arte? Cos'è l'arte?

Questo libro pone domande e dà risposte, in parole e immagini. Nato dalla stretta collaborazione con un gruppo di giovani e con esperte ed esperti d'arte, offre informazioni chiare e comprensibili su diversi aspetti dell'arte.

«Cos’è l’arte?» «Cos’è l’arte?»

«Perché alcune opere d’arte sono incredibilmente care?»; «I graffiti sono arte?»; «Perché La Gioconda è così famosa?»

Giornate delle famiglie Giornate delle famiglie

Tre volte l’anno ricorre la giornata della famiglia

L’arte di sera L’arte di sera

Una serata all’insegna dell’arte nel museo

UBS e l’arte UBS e l’arte

UBS sostiene con convinzione e passione progetti artistici di primaria caratura a livello nazionale e internazionale. L’impegno di sponsorizzazione a favore della Fondation Beyeler rispecchia l’intento di UBS di contribuire alla conservazione e all’incentivazione della varietà e della diversità culturale in Svizzera.

«ArtShaker»: scaricate subito e «shakerate»! «ArtShaker»: scaricate subito e «shakerate»!

Con l’app mobile «ArtShaker» è possibile trasformare non solo le proprie fotografie ma anche i capolavori della Fondation Beyeler, creando nuove immagini artistiche. Gli artisti e le tendenze artistiche vengono presentati in modo divertente con diverse opzioni e informazioni aggiuntive.

Speed Art Game Speed Art Game

In Speed Art è l’approccio ludico a prevalere. Questo gioco insegna, in maniera semplice e comprensibile, a conoscere la rinomata collezione di arte moderna e contemporanea della Fondation Beyeler.