Quanto può essere ecologica una grande banca?

Siamo un'azienda che opera a livello mondiale con oltre 60 000 collaboratori, pertanto pesiamo sull'ambiente – ma sempre meno. Grazie al nostro programma ambientale globale cerchiamo di contenere quanto più possibile gli influssi negativi su clima e ambiente e di ridurli ulteriormente.

Molti sono i modi in cui pesiamo sull'ambiente. Per poter svolgere il nostro lavoro consumiamo elettricità (soprattutto per i sistemi IT) ed energia fossile; i nostri collaboratori compiono viaggi d'affari, usano carta e producono rifiuti. Inoltre, i nostri uffici sono provvisti di sistemi di riscaldamento e raffreddamento. Ci impegniamo per gestire con grande parsimonia queste risorse, al fine di ridurre i costi di esercizio, ma anche di migliorare il bilancio ecologico. Dagli Anni '70 abbiamo introdotto e attuato diversi programmi, sempre nell'intento di contenere le ripercussioni della nostra attività sull'ambiente.

La nostra impronta ecologica è sempre più piccola

Un esempio sono le emissioni di gas serra, chiamate anche «impronta ecologica (emissioni di CO2)». Tra il 2004 e il 2012 abbiamo ridotto del 40% le emissioni di CO2 a livello di Gruppo, grazie a misure interne di efficienza volte ad abbassare il consumo energetico negli edifici e nei centri di calcolo, all'incremento della quota energetica proveniente da fonti rinnovabili e alla compensazione delle emissioni di CO2 inevitabili (quelle ad esempio legate ai viaggi d'affari). Ci siamo pertanto prefissi un nuovo obiettivo: entro il 2016 intendiamo dimezzare l'impronta ecologica (emissioni di CO2) rispetto ai valori del 2004.

Ci assumiamo la nostra responsabilità

Volete saperne di più sulla politica ambientale di UBS? Ulteriori informazioni nelle nostre pagine di Corporate Responsibility.

I dirigenti di UBS si esprimono sul tema della sostenibilità

Guardate i filmati in cui i nostri dirigenti rispondono alle domande dei collaboratori e dei passanti sul tema della sostenibilità in UBS.