Comunicati stampa


Indicatore UBS dei consumi: L'umore negativo nel commercio al dettaglio pesa sul clima sul fronte dei consumi

Zurigo/Basilea | | Media Releases Switzerland

I commercianti al dettaglio considerano la situazione degli affari a ottobre peggiore rispetto al mese precedente, cosa che si ripercuote sull'indicatore UBS dei consumi.

Nel mese di ottobre l'indicatore UBS dei consumi è sceso da 1,56 a 1,28 punti. Tale diminuzione è da ricondursi a una valutazione più negativa della situazione degli affari nel commercio al dettaglio. I dati positivi in relazione alle immatricolazioni di nuove vetture e la ritrovata fiducia dei consumatori impediscono un calo più netto dell'indicatore UBS dei consumi.

Nel mese di ottobre l'indice relativo alla situazione degli affari nel commercio al dettaglio, rilevato dal Centro di ricerca congiunturale (KOF) e uno dei cinque sottoindicatori che confluiscono nell'indicatore UBS dei consumi, è sceso da 6 a -0,5 punti. Dopo che negli ultimi due mesi tra i commercianti al dettaglio era germogliato un lieve ottimismo, a ottobre la maggioranza degli stessi ha valutato di nuovo come negativa la situazione degli affari. La pressione dei prezzi e i margini ridotti in conseguenza dell'apprezzamento del Franco tra il 2009 e il 2011 continuano a pesare sull'umore dei commercianti al dettaglio. Inoltre l'aumento dei fatturati del commercio al dettaglio sembra essersi leggermente appiattito negli ultimi 12 mesi; a settembre la crescita rispetto all'anno precedente risultava ancora solo dell'1 percento.

A ottobre le immatricolazioni di nuove vetture hanno registrato un andamento positivo, aumentando dell'8 percento rispetto al mese precedente al netto delle variazioni stagionali. La fiducia dei consumatori, che viene rilevata dalla SECO e che confluisce come sottoindicatore nell'indicatore UBS dei consumi, nel quarto trimestre ha registrato un andamento positivo passando da -9 punti del terzo trimestre a -6 punti e attestandosi quindi leggermente al di sopra della media storica.

Calcolo dell’indicatore UBS dei consumi
Con un anticipo di circa tre mesi rispetto alle cifre ufficiali, l’indicatore UBS dei consumi dà un’idea dell’andamento dei consumi privati elvetici, che con circa il 60% rappresenta la componente più significativa del PIL svizzero. L’indicatore precursore UBS è calcolato in base a cinque variabili legate ai consumi: vendite di nuove autovetture, andamento delle vendite nel commercio al dettaglio, numero di pernottamenti in albergo da parte di residenti in Svizzera, indice della fiducia dei consumatori e fatturato delle carte di credito generato tramite UBS presso i punti vendita nazionali. Ad eccezione dell’indice della fiducia dei consumatori, tali dati sono aggiornati con cadenza mensile.

UBS SA

Contatti

Caesar Lack, UBS CIO Wealth Management Research
Tel. +41-44-234 44 13, caesar.lack@ubs.com

Bernd Aumann, UBS CIO Wealth Management Research
Tel. +41-44-234 88 71, bernd.aumann@ubs.com

Pubblicazioni UBS e previsioni relative alla Svizzera disponibili al sito:
www.ubs.com/wmr-swiss-research

www.ubs.com