Comunicati stampa


Indicatore UBS dei consumi: tendenza laterale sulla base di vari segnali

Zurigo/Basilea | | Media Releases Switzerland

 

L’indicatore UBS dei consumi ha registrato a marzo una tendenza laterale. Un incremento della domanda interna nel settore alberghiero ha compensato il calo delle immatricolazioni di nuove vetture e il peggioramento dell’andamento degli affari nel commercio al dettaglio.

Zurigo/Basilea, 24 aprile 2013 – A marzo l’indicatore UBS dei consumi ha registrato un lieve incremento rispetto al mese precedente, salendo da 1,24 (rivisto da 1,26) a quota 1,25. I segnali positivi provenienti dalla domanda nel settore alberghiero da parte di residenti in Svizzera, il calo delle immatricolazioni di nuove vetture e l’andamento maggiormente negativo degli affari nel commercio al dettaglio si sono mantenuti in perfetto equilibrio.

Le eccellenti condizioni della neve hanno suscitato il desiderio di vacanze in montagna. Nei mesi invernali, in Svizzera i pernottamenti in albergo dei cittadini sono aumentati dell’1% rispetto all’anno precedente. Ciò fa ben sperare che, dopo un 2012 negativo, la situazione del turismo svizzero possa registrare un lieve miglioramento nel corso dell’anno. Tuttavia, la situazione negativa nel ramo turistico non si è finora riversata nei prezzi dei pernottamenti: secondo l’Indice nazionale dei prezzi al consumo dell’Ufficio federale di statistica, negli ultimi 12 mesi i prezzi dei pernottamenti in albergo sono calati solo dello 0,8%. Quindi, l’andamento dei prezzi degli alberghi ha registrato un andamento simile dell’intero indice dei prezzi al consumo, che è calato dello 0,6% nello stesso periodo.

Dopo un inizio d’anno al di sopra delle aspettative, nel mese di marzo sono crollate le immatricolazioni di nuove vetture. Con il 12,1% in meno di nuove immatricolazioni rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il mercato automobilistico si dirige esattamente verso un calo complessivo per il 2013 del 10% atteso dagli importatori di automobili all’inizio dell’anno. Ha, inoltre, deluso il calo dei dati sull’andamento degli affari nel commercio al dettaglio. In seguito a una tendenza leggermente positiva degli ultimi mesi, a marzo la situazione è di nuovo notevolmente peggiorata.

Calcolo dell’indicatore UBS dei consumi
Con un anticipo di circa tre mesi rispetto alle cifre ufficiali, l’indicatore UBS dei consumi dà un’idea dell’andamento dei consumi privati elvetici, che con circa il 60% rappresenta la componente più significativa del PIL svizzero. L’indicatore precursore UBS è calcolato in base a cinque variabili legate ai consumi: vendite di nuove autovetture, andamento delle vendite nel commercio al dettaglio, numero di pernottamenti in albergo da parte di residenti in Svizzera, indice della fiducia dei consumatori e fatturato delle carte di credito generato tramite UBS presso i punti vendita nazionali. Ad eccezione dell’indice della fiducia dei consumatori, tali dati sono aggiornati con cadenza mensile.

UBS SA


Contatti

Daniel Kalt, UBS capo economista Svizzera
Tel. +41-44-234 25 60, daniel.kalt@ubs.com

Bernd Aumann, UBS CIO Wealth Management Research
Tel. +41-44-234 88 71, bernd.aumann@ubs.com

Sibille Duss, UBS CIO Wealth Management Research
Tel. +41-44-235 69 54, sibille.duss@ubs.com

Pubblicazioni UBS e previsioni relative alla Svizzera disponibili al sito: www.ubs.com/wmr-swiss-research

www.ubs.com