Comunicati stampa


Indice UBS della bolla immobiliare: Indice della bolla immobiliare UBS sempre più nella zona di rischio

Zurigo/Basilea | | Media Releases Switzerland

 

Nel quarto trimestre del 2012, l’UBS Swiss Real Estate Bubble Index è rimasto fermo nella zona di rischio e si attesta ora a quota 1,11 punti. L’incremento di 0,09 punti riflette un ulteriore aumento della dipendenza negativa dal basso livello dei tassi.

Zurigo/Basilea, 4 febbraio 2013 – L’UBS Swiss Real Estate Bubble Index si posiziona attualmente a quota 1,11 punti. Rispetto al trimestre precedente ciò corrisponde a un aumento di 0,09 punti e conferma quindi l’incremento degli squilibri sul mercato immobiliare. Tuttavia il mercato immobiliare continua a non presentare evidenti segnali di eventuali bolle. Ciononostante, nel caso la tendenza dovesse continuare, l’indice delle bolle immobiliari potrebbe raggiungere la zona di bolla (valore dell’indice superiore a 2) a fine 2014.

Nel quarto trimestre del 2012 la dipendenza degli alti livelli dei prezzi dai bassi costi di finanziamento si è ulteriormente accentuata, fattore che inciderà sullo sviluppo futuro del mercato. In primo luogo i crediti agevolati stravolgono il rapporto del costo tra affitto e acquisto, che nel frattempo si posiziona nettamente al di sopra del suo valore di equilibrio a lungo termine. In secondo luogo il basso livello dei tassi continua a far apparire gli immobili piuttosto convenienti in relazione al reddito – una percezione errata, che in caso di aumento dei tassi potrebbe procurare notevoli problemi a molte famiglie. In terzo luogo la caccia al rendimento concentra l’interesse sugli immobili quali oggetto di investimento.

La recente ripresa dei mercati finanziari e la minore ricerca degli investitori di beni rifugio potrebbe frenare l’incremento dei prezzi degli immobili nel trimestre in corso. Gran parte della domanda proviene tuttavia dalla Svizzera e quindi in mancanza di un marcato incremento degli interessi a lungo termine non è da aspettarsi un’inversione di tendenza.

A causa del rialzo dell’UBS Swiss Real Estate Bubble Index le regioni economiche Appenzello Interno, Lucerna e Prettigovia rientrano attualmente nel gruppo di regioni da monitorare. Ciò riflette l’andamento non sostenibile dei prezzi in molte regioni turistiche della Svizzera. Le regioni con maggiore potenziale di correzione continuano tuttavia a trovarsi ancora intorno ai centri commerciali di Zurigo e Ginevra. Il numero delle regioni critiche rimane invariato.

UBS Swiss Real Estate Bubble Index

Metodo
Conformemente alla definizione, a seconda del valore attuale, l'indice può assumere i seguenti cinque livelli progressivi di rischio: ristagno, equilibrio, boom, rischio e bolla. L'UBS Swiss Real Estate Bubble Index è composto dai sei seguenti sottoindici: rapporto prezzi d'acquisto/canoni d'affitto, rapporto prezzi delle case/reddito delle economie domestiche, andamento dei prezzi delle case rispetto all'inflazione, rapporto indebitamento ipotecario/reddito, rapporto attività edilizia/prodotto interno lordo (PIL), nonché la quota delle richieste di credito presentate per l'acquisto degli immobili d'affitto previsti rispetto al totale delle richieste di credito per gli immobili da parte di clienti privati UBS.

Selezione delle regioni critiche e delle regioni da monitorare

Nel quarto trimestre 2012 è aumentato il numero delle regioni da monitorare. Le regioni economiche Appenzello Interno, Lucerna e Prettigovia saranno ora incluse nel gruppo di regioni da monitorare. L'aumento è stato determinato dal rialzo dell’UBS Swiss Real Estate Bubble Index. Per via della loro importanza nazionale, le regioni MS di Zurigo, Ginevra e Losanna sono ancora quelle maggiormente a rischio in Svizzera. Anche gli importanti agglomerati di Zugo, Pfannenstiel, Limmattal, Zimmerberg, March, Unteres Baselbiet, Vevey, Morges e Nyon, unitamente alle regioni turistiche di Davos, Saanen-Obersimmental e dell’Alta Engadina, rientrano nella categoria delle regioni critiche. Oltre ad Appenzello Interno, Lucerna e Prettigovia, nella categoria delle regioni da monitorare rientrano anche Basilea Città, il Knonaueramt, la regione Glattal-Furttal, Nidvaldo e Svitto interno.

Mappa delle regioni critiche: 4. trimestre 2012

UBS SA

Contatti


Claudio Saputelli, Responsabile CIO WM Swiss & Global Real Estate Research
Tel. +41 79 513 50 45

Dr. Matthias Holzhey, Economista CIO WM Swiss & Global Real Estate Research
Tel. +41 44 234 71 25

Lo studio UBS Swiss Real Estate Bubble Index può essere scaricato da Internet al seguente link: www.ubs.com/swissrealestatebubbleindex-en (disponibile in inglese, francese e tedesco).

La prossima data di pubblicazione dell'UBS Swiss Real Estate Bubble Index e il 3 maggio 2013.

www.ubs.com