Comunicati stampa


L'indicatore UBS dei consumi: peggioramento della propensione al consumo a maggio

Zurich/Basel | | Media Releases Switzerland

 

Nel mese di maggio, l'indicatore UBS dei consumi ha registrato un calo da 1,37 punti a 1,05 punti. Nonostante questo, UBS prevede che quest’anno i consumi rappresenteranno il sostegno più importante per la congiuntura.

Zurigo/Basilea, 26 giugno 2012 – A maggio, con una diminuzione di 0,32 punti, l’indicatore UBS dei consumi ha perso gran parte del forte aumento registrato nei due mesi precedenti, raggiungendo 1,05 punti. La flessione è da ricondurre in primo luogo al calo delle vendite al dettaglio. Si osserva inoltre un appiattimento nelle immatricolazioni di nuove vetture. È un dato che non stupisce, nonostante il numero di immatricolazioni mensili in termini destagionalizzati, pari a oltre 28 000, superi da diversi mesi il livello massimo dal 1999.

Le recenti stime della Seco mostrano un quadro sorprendentemente solido dell’economia svizzera: nel primo trimestre del 2012, il prodotto interno lordo (PIL) al netto dell’inflazione è aumentato del 2,0% rispetto all’anno precedente. Quale sostegno principale all’economia, i consumi hanno contribuito per tre quarti alla crescita del PIL. Con un aumento dell’1,8%, nel trimestre iniziale i consumi privati hanno registrato un andamento nettamente migliore rispetto al valore suggerito dall’indicatore UBS dei consumi. La forza del franco, i prezzi al consumo in calo e l’immigrazione a livelli elevati consentono all’indicatore UBS dei consumi di sottovalutare l’effettivo andamento dei consumi. UBS ha recentemente aumentato le previsioni per la crescita economica della Svizzera e prevede ora una crescita del PIL dell’1,3% (prima era dello 0,9%) e una crescita dei consumi privati dell’1,9% (prima era dell’1,1%) nel corso dell’anno. L’economia interna, in particolare per quanto riguarda i consumi, dovrebbe registrare anche in futuro una crescita superiore alla media, compensando parzialmente le esportazioni in calo. La flessione dell’indicatore UBS dei consumi rilevata a maggio non modifica in alcun modo il nostro giudizio sull’economia svizzera.

Calcolo dell’indicatore UBS dei consumi

Calcolo dell’indicatore UBS dei consumi
Con un anticipo di circa tre mesi rispetto alle cifre ufficiali, l’indicatore UBS dei consumi dà un’idea dell’andamento dei consumi privati elvetici, che con circa il 60% rappresenta la componente più significativa del PIL svizzero. L’indicatore precursore UBS è calcolato in base a cinque variabili legate ai consumi: vendite di nuove autovetture, andamento delle vendite nel commercio al dettaglio, numero di pernottamenti in albergo da parte di residenti in Svizzera, indice della fiducia dei consumatori e fatturato delle carte di credito generato tramite UBS presso i punti vendita nazionali. Ad eccezione dell’indice della fiducia dei consumatori, tali dati sono aggiornati con cadenza mensile.

 

UBS SA

Contatti
Daniel Kalt, UBS capo economista Svizzera
Tel. +41 44 234 25 60, daniel.kalt@ubs.com

Caesar Lack, UBS CIO Wealth Management Research
Tel. +41 44 234 44 13, caesar.lack@ubs.com

Pubblicazioni UBS e previsioni relative alla Svizzera disponibili al sito: www.ubs.com/wmr-swiss-research


www.ubs.com