Comunicati stampa


UBS prevede di registrare un modesto utile netto per il Gruppo e una raccolta netta positiva nelle sue unità di gestione patrimoniale per il terzo trimestre 2011

Zurigo / Basilea | | Price Sensitive Information

 

  • L’utile netto di competenza degli azionisti di UBS per il terzo trimestre 2011 comprende una perdita di USD 2,3 miliardi derivante dalle operazioni di negoziazione non autorizzate annunciate nel settembre 2011

  • UBS prevede che la raccolta netta positiva per le sue unità di gestione patrimoniale sarà sostanzialmente in linea con quella del secondo trimestre 2011

  • La base di capitale BRI Tier 1 dovrebbe rimanere sostanzialmente in linea con quella della fine del trimestre precedente

Zurigo/Basilea, 4 ottobre 2011 - UBS prevede di registrare un modesto utile netto di competenza degli azionisti per il terzo trimestre 2011. Il risultato comprende la perdita di USD 2,3 miliardi annunciata in precedenza e dovuta alle operazioni di negoziazione non autorizzate nonché circa CHF 0,4 miliardi di oneri di ristrutturazione connessi al programma di riduzione dei costi dell’azienda. Al risultato hanno altresì contribuito positivamente plusvalenze su credito proprio relativo a passività finanziarie rilevate al valore di mercato dell’ordine di CHF 1,5 miliardi, principalmente dovute all’ampliamento degli spread creditizi di UBS nel terzo trimestre. Inoltre, UBS registrerà un guadagno sulla vendita d'investimenti connessi a titoli del Tesoro per circa CHF 0,7 miliardi in Wealth Management & Swiss Bank. Il Gruppo prevede attualmente di registrare oneri fiscali per il terzo trimestre prossimi allo zero.

UBS stima una raccolta netta positiva nelle sue unità di gestione patrimoniale a livelli complessivamente analoghi a quelli del trimestre precedente. Global Asset Management registrerà modesti deflussi netti.

La situazione patrimoniale di UBS rimane solida e la sua base patrimoniale alla fine del terzo trimestre 2011 dovrebbe rimanere sostanzialmente in linea con il livello della fine del trimestre precedente, tenendo conto della perdita dovuta alle operazioni di negoziazione non autorizzate. Si prevede una lieve diminuzione del coefficiente patrimoniale BRI Basilea II Tier 1 rispetto al secondo trimestre a causa delle ripercussioni della vicenda delle operazioni di negoziazione non autorizzate sugli attivi ponderati in funzione del rischio.

Il programma di riduzione dei costi annunciato in precedenza, che intende allineare la base di costi di UBS ai cambiamenti del contesto di mercato, procede secondo i piani. La maggior parte dei collaboratori interessati è già stata informata e le riduzioni continueranno nel 2012. UBS continuerà a investire nelle aree in espansione, quali la regione Asia-Pacifico, le Americhe e i mercati emergenti, nonché nella propria divisione di gestione patrimoniale globale.

Questo aggiornamento è basato su stime preliminari all’inizio del processo di chiusura del terzo trimestre. Non sono previsti ulteriori aggiornamenti prima del 25 ottobre 2011, quando UBS annuncerà i risultati del terzo trimestre.

UBS SA

Contatti
Svizzera: +41-44-234-85 00
Regno Unito: +44-207-567 47 14
Americhe: +1-212-882 58 57
Asia Pacifico: +852-297-1 82 00

www.ubs.com

Cautionary Statement Regarding Forward-Looking Statements
This release contains statements that constitute “forward-looking statements”, including statements relating to UBS’s financial performance and statements relating to the anticipated effect of strategic initiatives on UBS’s business and future development. Factors that could cause actual developments and results to differ materially from UBS’s expectations include, but are not limited to: whether UBS will be successful in effecting organizational changes and implementing strategic plans, and whether those changes and plans will have the effects intended; developments in the markets in which UBS operates or to which it is exposed; changes in the availability of capital and funding; UBS's ability to retain earnings and manage its risk-weighted assets in order to meet its strategic objectives and comply with Swiss capital requirements without adversely affecting its business; changes in financial regulation in Switzerland, the United States, the United Kingdom and other major financial centers; possible constraints that regulatory authorities may impose directly or indirectly on UBS’s business activities, whether as a consequence of the recently announced unauthorized trading or for other reasons; changes in UBS’s competitive position, including whether differences in regulatory requirements applicable to UBS will adversely affect its ability to compete in certain lines of business; the liability to which UBS may be exposed due to litigation, contractual claims and regulatory investigations; the effects on UBS’s cross-border banking business of tax treaties recently concluded by Switzerland or to be concluded in the future; UBS’s ability to retain and attract the employees necessary to generate revenues and to manage, support and control its businesses; limitations on the effectiveness of UBS’s internal processes for risk management, risk control, measurement and modeling; whether UBS will be successful in keeping pace with competitors in updating its technology, particularly in trading businesses; and the occurrence of operational failures, such as fraud, unauthorized trading and systems failures. Our business and financial performance could be affected by other factors identified in our past and future filings and reports, including those filed with the SEC. More detailed information about those factors is set forth in documents furnished by UBS and filings made by UBS with the SEC, including UBS’s Annual Report on Form 20-F for the year ended 31 December 2010. UBS is not under any obligation to (and expressly disclaims any obligation to) update or alter its forward-looking statements, whether as a result of new information, future events, or otherwise.


Other language