Comunicati stampa


UBS outlook, 1° trimestre 2009 - Crollo congiunturale per le imprese svizzere

Zurigo / Basilea | | Media Releases Switzerland

Nel periodo tra il vecchio e il nuovo anno l'andamento degli affari delle aziende svizzere si è drasticamente deteriorato. Nell'ultimo sondaggio UBS la maggior parte degli indicatori relativi al quarto trimestre 2008 è scivolata in territorio negativo e le aspettative per il primo trimestre 2009 appaiono ancora più fosche.

Nel quarto trimestre 2008 le circa 400 industrie partecipanti al sondaggio UBS di novembre/dicembre hanno registrato una brusca battuta d'arresto della loro attività commerciale. Dopo una fase di espansione durata vari anni, i dati di commesse in entrata, produzione e fatturato hanno accusato una netta contrazione. Le aspettative per il primo trimestre 2009 sono improntate in generale a un pessimismo ancora più marcato. Tendenze analoghe sono rilevabili anche nel settore dei servizi, inserito ora in modo più dettagliato nel sondaggio UBS.

Indicatore congiunturale UBS in discesa
L'indicatore congiunturale UBS per il prodotto interno lordo (PIL) svizzero, ricavato dai risultati del sondaggio svolto presso le industrie, prosegue la sua traiettoria verso il basso, pur conservando ancora il segno positivo, con uno 0,8% nel quarto trimestre 2008 e uno 0,4% nel primo trimestre 2009. Ritenendo che la recessione abbia già impattato sull'intera economia svizzera, UBS Wealth Management Research prevede adesso per l'anno in corso un calo del PIL reale del 1,2%, seguito da una leggera crescita del 0,2% per l'anno prossimo.

Valori negativi per gli indicatori principali
Per il quarto trimestre 2008 quasi tutti gli indicatori calcolati sulla base dei dati raccolti nell'ultimo sondaggio UBS si collocano in territorio negativo. Le aziende che segnalano una flessione di commesse in entrata, produzione, riserve di lavoro, utili e cashflow sono nettamente più numerose di quelle che sono riuscite a conseguire risultati in crescita. Colpisce il numero elevato di imprese che ha subito addirittura un forte decremento. Un calo leggermente più moderato si registra per il fatturato, che beneficia della notevole resistenza dei prezzi di vendita. Il comparto export risulta sottoposto alle maggiori pressioni, sia per quanto riguarda il fatturato che gli ordini. Il trend negativo continua a riflettersi nelle aspettative delle aziende per il primo trimestre 2009. Anche la situazione occupazionale, finora favorevole per l'insieme delle imprese intervistate anche se solo in modo modesto, subirà nei prossimi mesi un netto peggioramento.

Settori export i più colpiti
L'inequivocabile peggioramento degli affari accusato da tutte le partecipanti al sondaggio UBS incide in modo molto differenziato. A risentirne più pesantemente nel quarto trimestre 2008 sono state le esportazioni. Il rallentamento delle industrie meccaniche, elettrotecniche e metallurgiche, affiancate da quelle chimiche, si è ulteriormente accentuato, mentre nel comparto orologiero si è assistito a una vera e propria caduta libera dalle alte quote raggiunte. L'industria alimentare, orientata prevalentemente al mercato interno, ha mostrato la migliore tenuta e gli operatori di questo settore sono gli unici a prevedere un andamento complessivamente positivo degli affari anche per il primo trimestre 2009.

Trend analoghi nel settore dei servizi
A partire dal quarto trimestre 2008, UBS ha ampliato la copertura settoriale del suo sondaggio, estendendolo anche a gran parte del terziario. Naturalmente occorre tener conto che in questo ambito mancano ancora delle serie storiche di dati e che gli indicatori, per la specificità stessa del settore, presentano alcune differenze rispetto a quelli dell'industria. I risultati tuttavia consentono di affermare che anche l'attività dei fornitori di servizi ha subito un deterioramento, comunque non altrettanto forte che nell'industria. Alcuni comparti sono risultati avvantaggiati dal fatto di operare soprattutto sul mercato interno che resiste ancora bene. Le aziende sono in maggioranza concordi nel prevedere per il primo trimestre 2009 un'ulteriore flessione.

Contatti:

Daniel Kalt, Responsabile Economic & Swiss Research
Tel. +41 44 234 25 60

Felix Brill, Economic & Swiss Research
Tel. +41 44 234 35 54

Pubblicazioni UBS e previsioni relative alla Svizzera disponibili al sito: www.ubs.com/economicresearch

Indicatore congiunturale UBS e prodotto interno lordo
(Variazioni rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente in %)

Dati (in %):