Comunicati stampa


Inchiesta salariale UBS 2008 - Trattative salariali 2008: si prevede un incremento dell'1,4% in termini reali

Zurigo/Basilea | | Media Releases Switzerland

L'inchiesta salariale condotta di recente da UBS indica che, in seguito alle trattative di quest'anno, gli stipendi nominali aumenteranno del 2,4% nel 2008. Alla luce del rincaro dei prezzi dell'1,0% previsto da UBS per il 2008, l'incremento reale dei salari di base dovrebbe corrispondere all'1,4%. Secondo le aziende intervistate, nel 2007 l'aumento effettivo degli stipendi nominali si è attestato a quota 2%. Per l'anno in corso UBS prevede un tasso d'inflazione pari allo 0,7%, pertanto i lavoratori hanno potuto beneficiare già quest'anno di un incremento dei salari in termini reali dell'1,3%. Questi sono i risultati principali della 19a inchiesta salariale UBS, condotta con cadenza annuale tra aziende attive in 19 settori diversi in Svizzera.

I maggiori aumenti nel settore chimico-farmaceutico
Quest'anno, l'aumento salariale più elevato sarà presumibilmente appannaggio del comparto chimico-farmaceutico (2,8%), seguito a ruota dall'amministrazione cantonale e dall'edilizia (2,7%). Leggermente inferiore (2,6%) è l'incremento previsto per le aziende intervistate attive nel settore informatico e metalmeccanico, mentre per energia, assicurazioni, telecomunicazioni e banche si prospetta una crescita degli stipendi nominali pari al 2,5%. La dinamica salariale più modesta dovrebbe interessare i settori tessile (1,3%), dei media e stampa e grafica (1,8%). I dati qui riportati si riferiscono ai salari di base, ad esclusione delle componenti non garantite legate ai risultati aziendali (versamento di bonus).

Il 75% circa delle aziende intervistate applica sistemi di bonus. Tra queste, il 31% nell'industria e il 26% nei servizi si attende un aumento degli incentivi per il 2008, mentre il 7% nell'industria e il 22% nei servizi ne prevede la riduzione. La crescita effettiva degli stipendi complessivi dovrebbe pertanto superare quella del salari di base, pari al 2,4%.

La libera circolazione delle persone contribuisce a superare le difficoltà del mercato del lavoro
Come confermato da molte aziende, la libera circolazione delle persone consente di reclutare personale all'estero, contribuendo a superare le difficoltà che attanagliano il mercato del lavoro svizzero. Le assunzioni hanno riguardato in particolare personale altamente qualificato proveniente dell'area UE. Tuttavia, secondo gli intervistati l'afflusso di forza lavoro dall'estero non ha avuto ripercussioni di rilievo sulla dinamica salariale nazionale.

Buone prospettive per il consumo privato
In merito alle prospettive congiunturali, gli intervistati restano ottimisti e prevedono per lo più il perdurare della ripresa economica. Tali aspettative si riflettono sullo sviluppo degli organici: il 49% delle aziende interpellate intende ampliare il proprio organico, mentre solo il 15% circa preannuncia una riduzione del numero di dipendenti. Un ulteriore aumento dell'occupazione e l'atteso incremento degli stipendi reali incidono positivamente sul reddito disponibile delle famiglie, il che dovrebbe andare a sostegno della spesa per consumi anche nei prossimi mesi. Complessivamente UBS prevede quindi per il prossimo anno un aumento reale dei consumi privati pari al 2,0%.

UBS effettua questa inchiesta salariale su base annua. Il sondaggio è stato condotto tra il 5 settembre e il 23 ottobre 2007 presso circa 100 imprese e associazioni di categoria di datori di lavoro e dipendenti attive in 19 settori, che occupano il 64% della forza lavoro in Svizzera. Dal 1990 al 2006 gli aumenti salariali stimati durante i sondaggi si sono scostati in media solo dello 0,26% dai dati ufficiali (indice dei salari nominali e CCL) pubblicati dall'Ufficio federale di statistica (UST).

I risultati dettagliati dell'inchiesta salariale UBS 2008 sono disponibili su Internet all'indirizzo: www.ubs.com/research.

Contatti:

Daniel Kalt, Responsabile Economic & Swiss Research
Tél. +41 44 234 25 60

Felix Brill, Economic & Swiss Research
Tél. +41 44 234 35 54

Aumenti dei salari nominali in settori importanti dell'economia svizzera (in %)

Andamento effettivo nel 2007 Valore mediano

Risultato inchiesta salariale 2008 Valore mediano

Industria chimica e farmaceutica

2.1

2.8

Cantone

2.2

2.7

Edilizia

1.6

2.7

Macchinari, elettrotecnica, metalli

2.3

2.6

Informatica

2.0

2.6

Energia

2.5

2.5

Banche

2.5

2.5

Telecomunicazioni

2.0

2.5

Assicurazioni

2.4

2.5

Orologi

2.2

2.3

Commercio al dettaglio

2.3

2.2

Trasporti

2.0

2.1

Settore alberghiero

1.8

2.0

Settore automobilistico

2.0

2.0

Industria alimentare

1.4

2.0

Confederazione

1.2

2.0

Stampa e grafica

1.1

1.8

Media

1.3

1.8

Industria tessile e dell'abbigliamento

2.5

1.3

Economia complessiva

2.0

2.4