Comunicati stampa


UBS outlook, aggiornamento 1° trimestre 2007 - L'andamento dell'industria svizzera ha superato l'apice

Zurigo / Basilea | | Media Releases Switzerland

Nel quarto trimestre 2006 l'industria svizzera ha continuato a progredire in virtù dei forti impulsi del commercio estero. Tuttavia, le imprese prevedono un rallentamento della crescita per i primi tre mesi del 2007. Questo è quanto emerge dall'ultimo sondaggio trimestrale di UBS svolto a gennaio presso circa 330 società del settore industriale elvetico.

Il quarto trimestre 2006 è stato ricco di successi per l'industria elvetica. Da un sondaggio effettuato in gennaio dagli economisti UBS presso circa 330 aziende risulta che le aspettative per i primi tre mesi dell'anno in corso sono più contenute, anche se è atteso un aumento sostenuto degli organici. Inoltre, nel quarto trimestre 2006 quasi tre quarti delle aziende interrogate hanno incrementato il loro fatturato rispetto allo stesso periodo dell'esercizio precedente, mentre solo un decimo ha accusato una flessione.

Ottimi risultati trimestrali anche per gli ordinativi in entrata, la produzione e la riserva di lavoro. Il grado medio di sfruttamento delle capacità è salito all'89,5% superando di circa tre punti percentuali il valore medio di lungo periodo. Nonostante l'incremento di fatturato e produzione, le riserve di lavoro sono leggermente aumentate a fine dicembre, lasciando intatte le prospettive di crescita. I prezzi di vendita sono progrediti ulteriormente cosicché la situazione reddituale è andata migliorando.

Le società hanno tratto vantaggio sia dalla vigorosa domanda interna, sia dai forti impulsi soprattutto delle esportazioni, che a loro volta sono state sostenute dalla debolezza del franco svizzero e dall'andamento vivace dell'economia mondiale.

Quasi quattro aziende su dieci prevedono una ulteriore crescita degli effettivi
L'apice della congiuntura del settore industriale dovrebbe essere già stato superato. Le società intervistate prevedono che la produzione, il fatturato e gli utili del primo trimestre 2007 dovrebbero mantenersi su livelli elevati, anche se inferiori a quelli degli ultimi tre mesi del 2006.
Le aziende continuano ad assumere personale a fronte del notevole volume degli ordinativi e poiché sono al limite delle loro capacità produttive. Il 38% delle società prevede per la fine del primo trimestre un aumento dell'organico superiore a quello dell'anno precedente, mentre soltanto il 14% intende ridurre gli effettivi. Inoltre, sempre più imprese intravedono un margine per riversare i maggiori costi delle prestazioni preliminari sul prezzo di vendita: un chiaro segnale delle loro aspettative di un andamento della domanda robusto anche se più contenuto.

L'indicatore congiunturale UBS segnala ottimi risultati per l'ultimo trimestre dell'anno
I risultati estremamente positivi del sondaggio per gli ultimi tre mesi del 2006 lasciano supporre che dopo il lieve rallentamento nel terzo trimestre l'intera economia svizzera ha riacquisito slancio verso fine anno. Questo è quanto emerge dall'indicatore congiunturale UBS, calcolato sulla base delle inchieste trimestrali sul settore industriale. Tale indicatore precursore segnala in modo affidabile con un semestre di anticipo il risultato del prodotto interno lordo (PIL) e i probabili sviluppi congiunturali. A fronte del previsto rallentamento dell'economia globale, in particolare negli Stati Uniti, si prevede per quest'anno un calo della dinamica a livello nazionale. Nella media annua dovrebbe tuttavia essere raggiunta una crescita reale del PIL di circa l'1,8%.

Contact:

Hans-Peter Hausheer

Economic & Swiss Research

Tel. +41-44-234 67 32

Andreas Breitenmoser Bürki

Economic & Swiss Research

Tel. +41-44-235 39 43

Karin Schefer

Economic & Swiss Research

Tel. +41-44-234 43 94

Indicatore congiunturale UBS e prodotto interno lordo
(Variazioni rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente in %)

Dati (in %):