Comunicati stampa


L'indicatore UBS dei consumi segna ancora al rialzo

Zurigo / Basilea | | Media Releases Switzerland

In novembre, l'indicatore dei consumi calcolato da UBS su base mensile è salito leggermente per la terza volta consecutiva. A fronte della persistente solidità dell'andamento economico, UBS rivede verso l'alto le previsioni di crescita per la Svizzera.

In novembre l'indicatore UBS dei consumi è migliorato leggermente raggiungendo un valore del -0,71, dopo aver registrato il -0,73 in ottobre e un minimo temporaneo del -0,83 in agosto. Pertanto, in novembre l'indicatore è salito per la terza volta consecutiva, evidenziando un proseguimento della solida crescita dei consumi privati reali. L'ultimo rialzo dell'indicatore, calcolato sulla base di cinque sottoindicatori, è dovuto a un altro leggero miglioramento tendenziale rispetto all'anno precedente delle nuove immatricolazioni di autovetture nonché all'aumento dei pernottamenti alberghieri di ospiti svizzeri. L'indice della fiducia dei consumatori, anch'esso considerato, è rimasto invariato al livello del trimestre precedente. Anche l'indice della fiducia dei dettaglianti calcolato dal KOF/ETH (qui è stato necessario avvalersi di alcune stime a causa della mancanza di dati) così come i fatturati delle carte di credito cumulati mensilmente tramite UBS presso i punti di vendita svizzeri sono integrati nel calcolo dell'indicatore UBS dei consumi.

Dopo che le cifre pubblicate dal Segretariato di Stato dell'Economia (seco) in merito alla crescita del prodotto interno lordo sono risultate sorprendentemente positive nel terzo trimestre 2005 e che per di più i tassi di crescita dei primi due trimestri sono stati nettamente corretti verso l'alto, ora gli economisti di UBS prospettano un'espansione reale del PIL dell'+1,9% nella media annuale 2005 (vecchia previsione: +1,3%). Anche l'anno prossimo la dinamica di crescita ampiamente supportata dovrebbe proseguire, ragione per cui le prospettive relative all'incremento del PIL nel 2006 sono state corrette al rialzo e portate dall'1,6% al 2,0%. Oltre a una vivace domanda dell'export e dei consumi, nonché al perdurare di una robusta attività edile, l'anno prossimo si prospetta altresì un aumento degli investimenti aziendali. Tali impulsi di crescita avranno ripercussioni positive sul mercato del lavoro: UBS prevede un calo della disoccupazione da una media del 3,8% nel 2005 al 3,5% nell'anno venturo.

Indicatore UBS dei consumi e consumi privati in Svizzera
Consumi privati (reali, variazione in % rispetto all'anno precedente)
Indicatore UBS dei consumi (scala di destra)

Correzione delle previsioni congiunturali svizzere

Crescita del PIL reale (in % rispetto all'anno precedente)

2003

2004

2005

2006 P

Previsione precedente (settembre 2005)

-0,3

2,1

1,3

1,6

Nuova previsione

-0,3

2,1

1,9

2,0

Inflazione (in %)

Previsione (invariata)

0,6

0,8

1,2

0,6

Disoccupazione (in %)

Previsione precedente (settembre 2005)

3,8

3,9

3,8

3,7

Nuova previsione

3,8

3,9

3,8

3,5


Zurigo / Basilea, 27 dicembre 2005
UBS