Comunicati stampa


UBS lancia «Indicatore dei consumi UBS» per la Svizzera

| Media Releases Switzerland

UBS lancia l'indicatore dei consumi UBS che, anticipando di tre, quattro mesi i dati sul prodotto interno lordo, offre un'attendibile indicazione sull'evolversi dei consumi privati in Svizzera. Gli attuali valori dell'indicatore mostrano un'evoluzione dei consumi ancora stabile nel corso del primo trimestre di quest'anno e un'accelerazione della crescita nel secondo trimestre. L'indicatore dei consumi UBS verrà pubblicato mensilmente a partire di maggio 05.

Con una percentuale del 61%, il settore dei consumi privati è senz'altro la componente più importante del prodotto interno lordo e come tale ha un ruolo decisivo per lo sviluppo economico in Svizzera. Al fine di offrire alle aziende e alle persone interessate un indicatore che sia il più possibile attendibile sull'attuale evoluzione dei consumi, gli economisti di UBS Wealth Management Research hanno raggruppato i dati di cinque sottoindici sui consumi in un unico indicatore, anticipando di tre, quattro mesi i dati ufficiali sul Pil. Nel calcolo dell'indicatore dei consumi UBS si tiene conto di quattro grossi valori pubblicamente disponibili (andamento del commercio al dettaglio secondo il KOF/ETH, nuove immatricolazioni di automobili, numero dei pernottamenti negli alberghi da parte di turisti svizzeri e indice di fiducia dei consumatori della seco) e dei dati forniti da fonti interne di UBS (fatturati relativi alle carte di credito presso UBS).

Lo sviluppo dell'indicatore dei consumi UBS mostra una leggera tendenza al ribasso a partire dal secondo semestre dello scorso anno. Nel corso dell'ultimo esercizio la crescita tendenziale dei consumi privati reali del prodotto interno lordo ha infatti subito una flessione passando dall'1,4% del primo trimestre all'1,1% nel quarto trimestre. In base all'indicatore dei consumi UBS, nel primo trimestre del 2005 è possibile calcolare un aumento dei consumi privati attorno all'1,1%. Il chiaro aumento dell'indicatore in marzo e aprile indica una graduale accelerazione della crescita dei consumi nel secondo trimestre. Dal mese di marzo, infatti, il numero di nuove immatricolazioni di autovetture si è stabilizzato dopo un periodo di forte calo, mentre la fiducia dei consumatori è lievemente aumentata nel mese di aprile.

Nel complesso, per il prosieguo dell'anno, gli economisti di UBS si attendono una ripresa reale dei consumi privati che dovrebbe attestarsi su una media annua dell'1,5%. A livello economico globale, UBS prevede una crescita reale del Pil dell'1,6% nel 2005 che dovrebbe lievemente aumentare (1,8%) nel prossimo anno.

L'indicatore dei consumi di UBS verrà pubblicato sin da ora ogni quarto martedì del mese tramite un comunicato stampa.


Zurigo / Basilea, 18 maggio 2005
UBS