Comunicati stampa


Risultato di UBS nel primo trimestre 2001: utile netto dopo le imposte pari a CHF 1579 milioni

| Quarterly Results

UBS ha realizzato nel primo trimestre 2001 un utile netto dopo le imposte pari a CHF 1579 milioni, in diminuzione del 29% rispetto al primo trimestre 2000 (-19% escludendo gli effetti del goodwill per l'acquisizione di PaineWebber). Nonostante le condizioni economiche e di mercato meno favorevoli, le unità operative hanno registrato risultati favorevoli. L'afflusso netto di nuovi fondi apportati dalla clientela ha raggiunto un livello superiore a CHF 21 miliardi.

Nel primo trimestre 2001, UBS ha riportato un utile netto dopo le imposte di CHF 1579 milioni, in calo del 29% rispetto all'eccezionale primo trimestre del 2000 (-19% escludendo gli effetti del goodwill per l'acquisizione di PaineWebber) e del 3% rispetto al quarto trimestre 2000 (dato rettificato in base agli eventi finanziari significativi)*.

Luqman Arnold, presidente del Direttorio del Gruppo, ha evidenziato: "I risultati delle nostre unità operative per il primo trimestre 2001 sono incoraggianti, con ricavi consistenti e costi sotto controllo nonostante la debolezza dei mercati azionari e il rallentamento generalizzato nel settore dell'investment banking".

Con una crescita dell'8% rispetto al primo trimestre 2000, i proventi operativi hanno evidenziato una buona ripresa, soprattutto grazie alla positiva performance di negoziazione e ai proventi da compensi e commissioni, pari a oltre la metà delle entrate del Gruppo.

A questi risultati ha contribuito notevolmente l'attento controllo dei costi, risultati inferiori rispetto a quelli di ciascun trimestre dello scorso anno sia per Private and Corporate Clients che per Private Banking. All'interno di Corporate and Institutional Clients, unità operativa di UBS Warburg, sono rimasti sullo stesso livello del primo trimestre 2000 sia il rapporto compensi/ricavi, sia il rapporto costi/ricavi. A livello di Gruppo, le spese non inerenti al personale (spese generali, amministrative e ammortamenti) sono scese rispetto al trimestre precedente nonostante i costi di un intero trimestre sostenuti da UBS PaineWebber.

L'afflusso nettdi nuovi fondi nelle unità Private Banking (UBS Svizzera) e Private Clients (UBS Warburg) è stato pari a CHF 11 miliardi, in crescita rispetto ai CHF 5 miliardi del quarto trimestre 2000. L'afflusso netto a livello di Gruppo è risultato superiore a CHF 21 miliardi, il miglior risultato trimestrale dalla fusione UBS/SBS. Tutte le unità operative hanno ottenuto buoni afflussi nonostante la debolezza dei mercati e la minore fiducia degli investitori negli USA. Nel trimestre in rassegna il patrimonio totale investito è sceso di una percentuale inferiore all'1%, attestandosi a CHF 2438 miliardi.

Nel private equity il deterioramento della qualità dei valori nel portafoglio ha comportato alcune svalutazioni di investimenti, che assieme alle sfavorevoli condizioni per i disinvestimenti hanno prodotto perdite per CHF 282 milioni a carico di UBS Capital. Per la restante parte dell'esercizio, UBS Capital prevede tuttavia di conseguire un utile.

Performance raffrontata agli obiettivi finanziari del Gruppo:

Prima del goodwill e dopo rettifica degli eventi finanziari significativi:

  • Il rendimento annualizzato del patrimonio netto è stato pari al 17,6%, al di sotto rispetto all'eccezionale livello del primo trimestre del 2000, ma in linea con il nostro obiettivo del 15 - 20%.

  • L'utile per azione base è diminuito del 26%, passando da CHF 6.04 a CHF 4.49.

  • Il rapporto costi/ricavi è salito al 73,9% dal 66,5% del primo trimestre 2000 e dal 73,0% del quarto trimestre 2000. Tale dato riflette l'influenza del rapporto costi/ricavi relativamente elevato tipico delle attività di UBS PaineWebber.



Iniziative strategiche

Private Banking
L'implementazione della nuova strategia di European Wealth Management procede speditamente. Le strutture di management integrato funzionano a pieno regime in ogni regione, l'ampliamento del nostro organico di consulenti alla clientela è in corso, e stanno procedendo secondo i piani i progetti di aggiornamento di prodotti, formazione, marketing e tecnologia per le nuove attività, abbinando in maniera ideale l'esperienza di UBS PaineWebber e Private Banking.

UBS PaineWebber
La rapida introduzione del marchio PaineWebber è stata resa possibile dalle reazioni estremamente positive espresse dal personale PaineWebber e dalla progressione senza intoppi del processo di integrazione. La decisione di implementare il nuovo marchio è stata inoltre avallata dalle richieste dei consulenti finanziari di PaineWebber, i quali desideravano evidenziare nei confronti dei loro clienti i vantaggi apportati dalla nuova posizione di UBS PaineWebber in seno al Gruppo UBS in termini di orizzonte, raggio d'azione e accesso alle risorse globali.

Investment Banking
UBS Warburg ha ampliato le proprie competenze e la propria performance nelle attività di corporate finance, partecipando a quattro delle sette maggiori operazioni globali di M&A annunciate nel primo trimestre. Negli USA l'integrazione di PaineWebber ha fornito a questo gruppo d'affari un'eccellente piattaforma per l'assunzione selettiva di personale qualificato.


Prospettive
Le prospettive dell'economia globale rimangono incerte, mentre la situazione in Svizzera continua a presentarsi fondamentalmente positiva. A livello di Gruppo, UBS non vede per il 2001 il potenziale per superare la performance dello scorso anno. Tuttavia, nei primi mesi dell'anno in corso la ripresa delle attività di base è stata molto incoraggiante.

* Eventi finanziari significativi:


Nel primo trimestre 2001 e nell'equivalente periodo del 2000 non si sono verificati eventi finanziari significativi. Il quarto trimestre 2000 è invece stato contrassegnato da due eventi:

Risultati dei Gruppi d'affari

UBS Svizzera

L'unità operativa Clientela privata e aziendale ha archiviato il miglior trimestre della sua storia, con un utile netto prima delle imposte pari a CHF 540 milioni (+ 6% rispetto al quarto trimestre 2000). I ricavi sono leggermente diminuiti rispetto al quarto trimestre 2000, ma i costi sono risultati inferiori a quelli di ciascun trimestre dello scorso anno, mettendo così in evidenza gli effetti costanti dei progetti di recupero di efficienza e i vantaggi della fusione. Nel trimestre in rassegna è stato registrato un afflusso netto di nuovi fondi pari a CHF 3,2 miliardi. Gli utili dell'unità Private Banking hanno proseguito il loro trend positivo, attestandosi a CHF 780 milioni (+14% rispetto al quarto trimestre 2000); i ricavi hanno fatto registrare un calo marginale, mentre i costi hanno raggiunto il livello più basso degli ultimi 12 mesi. In crescita l'afflusso netto di nuovi fondi, passato a CHF 3,9 miliardi dai CHF 0,2 miliardi del quarto trimestre 2000.

UBS Asset Management

L'utile prima delle imposte di UBS Asset Management è risalito a CHF 52 milioni dai CHF 36 milioni del quarto trimestre 2000. Grazie all'ottima performance d'investimento relativa, il Gruppo d'affari ha ottenuto un apporto netto di nuovi fondi di CHF 7,4 miliardi, il miglior risultato dal 1998. Nel trimestre in rassegna i deflussi netti di fondi nel segmento istituzionale hanno evidenziato un ulteriore rallentamento, con un totale di CHF 3,3 miliardi contro i CHF 6,9 miliardi del trimestre precedente. UBS Asset Management ha ottenuto afflussi netti di nuovi fondi nelle proprie attività istituzionali USA. Il fondo principale di Phillips and Drews è stato l'unico della relativa categoria di valutazione, in cui viene confrontato con i prodotti della concorrenza, a mettere a segno un risultato positivo negli ultimi 12 mesi. Il patrimonio investito in fondi comuni d'investimento è salito da CHF 319 miliardi del 31 dicembre 2000 a CHF 332 miliardi del 31 marzo 2001. L'afflusso netto di nuovi fondi per CHF 10,7 miliardi nel primo trimestre 2001 riflette la maggior richiesta da parte degli investitori USA di investimenti del mercato monetario offerti da Brinson Advisors, nonché il forte incremento degli afflussi nei fondi azionari registrati in Europa.

UBS Warburg

L'unità operativa Corporate and Institutional Clients ha riportato risultati molto soddisfacenti: gli utili netti prima delle imposte sono ammontati a CHF 1325 milioni, in flessione soltanto dell'8% rispetto ai risultati record ottenuti nel periodo corrispondente del 2000 grazie alle eccezionali condizioni di mercato, ma in crescita del 40% rispetto al quarto trimestre 2000. La volatilità dei mercati ha generato significative performance di negoziazione, con risultati particolarmente buoni nel segmento del reddito fisso. Private Clients, unità operativa di UBS Warburg ora incentrata sul portafoglio clienti di UBS PaineWebber, ha risentito soltanto marginalmente dei continui ribassi dei mercati azionari statunitensi, registrando ricavi e utili superiori a quelli del quarto trimestre 2000. L'utile prima delle imposte è ammontato a CHF 123 milioni. Nel primo trimestre 2001, l'afflusso netto di nuovi fondi è stato di CHF 6,8 miliardi, rispetto ai CHF 4,9 miliardi del quarto trimestre 2000.

Cautionary statement regarding forward looking statements


This communication contains statements that constitute "forward-looking statements", including, without limitation, statements relating to the implementation of strategic initiatives, including the implementation of the new European wealth management strategy and the implementation of a new business model for UBS Capital, and other statements relating to our future business development and economic performance.


While these forward-looking statements represent our judgments and future expectations concerning the development of our business, a number of risks, uncertainties and other important factors could cause actual developments and results to differ materially from our expectations.


These factors include, but are not limited to, (1) general market, macro-economic, governmental and regulatory trends, (2) movements in local and international securities markets, currency exchange rates and interest rates, (3) competetive pressures, (4) technological developments, (5) changes in teh financial position or credit-worthiness of our customers, obligors and counterparties, (6) legislative developments and (7) other key factors that we have indicated could adversely affect our business and financial performance which are contained in our past and future filings and reports, including those with the SEC.


More detailed information about those factors is set forth in documents furnished by UBS and filings made by UBS with the SEC, including UBS's Annual Report on Form 20-F for the year ended 31 December 2000. UBS is not under any obligation to (and expressly disclaims any such obligations to) update or alter its forward-looking statements whether as result of new information, future events, or otherwise.

Zurigo/Basilea, 15 maggio 2001
UBS

Downloads

Key Messages Video (inglese)

Webcast video (inglese)