UBS News Alert


UBS archivia il terzo trimestre 2005 con un utile netto di CHF 2770 milioni

Zurigo/Basilea | | Quarterly Results

• Utile netto di competenza degli azionisti UBS pari a CHF 2770 milioni nel terzo trimestre • Le attività finanziarie hanno contribuito al risultato per CHF 2642 milioni nel terzo trimestre, in progresso del 67% rispetto all'esercizio precedente e del 50% al lordo dell'avviamento • Miglior risultato trimestrale di sempre grazie alla crescita equilibrata dei ricavi • Il ROE annualizzato si è attestato al 29,0%, di nuovo nettamente al di sopra del target range del 15-20%; l'utile per azione nel terzo trimestre è stato di CHF 2.75 • Il rapporto costi/ricavi è sceso al 68,5%, in calo di 4,2 punti percentuali (ante avviamento) La raccolta netta nel terzo trimestre ha espresso una dinamica estremamente sostenuta, attestandosi a CHF 51,2 miliardi, a cui ha contribuito il risultato record di CHF 31,1 miliardi provenienti dalla clientela di gestione patrimoniale di tutto il mondo.

UBS (partecipazioni industriali comprese)

Per il trimestre conclusosi il

Variazione % dal

in milioni di CHF, salvo altrimenti indicato

30.9.05

30.6.05

30.9.04

2Q05

3Q04

Proventi operativi

13 495

11 881

10 771

14

25

Costi operativi

9 890

8 908

8 542

11

16

Utile netto

2 915

2 293

1 738

27

68

Utile netto di competenza delle minoranze

145

146

120

(1)

21

Utile netto di competenza degli azionisti UBS

2 770

2 147

1 618

29

71

Attività finanziarie

Per il trimestre conclusosi il

Variazione % dal

in milioni di CHF, salvo altrimenti indicato

30.9.05

30.6.05

30.9.04

2Q05

3Q04

Proventi operativi

10 711

9 381

8 410

14

27

Costi operativi

7 309

6 583

6 293

11

16

Utile netto di competenza degli azionisti UBS

2 642

2 111

1 579

25

67

UBS chiude il terzo trimestre 2005 con un utile netto di competenza degli azionisti («utile di competenza») pari a CHF 2770 milioni. Le attività finanziarie hanno contribuito a tale risultato per CHF 2642 milioni, in progresso del 67% rispetto a un anno prima e del 50% al lordo dell'avviamento. Nei primi nove mesi del 2005, l'utile di competenza generato dalle attività finanziarie si è attestato a CHF 7180 milioni, in progresso del 25% rispetto ai CHF 5767 milioni dello stesso periodo del 2004. Le partecipazioni industriali di UBS, ivi compresi la quota in Motor-Columbus e il portafoglio di private equity, hanno contribuito all'utile di competenza per CHF 128 milioni, ovvero per il 4,6%.

«È piuttosto insolito che nel terzo trimestre vengano conseguiti risultati così eccellenti. Ma le opportunità presentatesi sul mercato sono state numerose, e la solidità del nostro business ci ha consentito di trarne vantaggio sia a favore della clientela che nostro» ha affermato Clive Standish, Chief Financial Officer.

Nel terzo trimestre 2005, i proventi operativi complessivi delle attività finanziarie sono state pari a CHF 10 711 milioni, in crescita del 27% rispetto allo stesso periodo dell'esercizio precedente.

I ricavi sono aumentati praticamente in tutte le unità e in tutte le categorie di proventi. Le commissioni di portafoglio sono progredite di pari passo con la crescita evidenziata dai mercati e con l'afflusso di nuovi capitali nelle attività di gestione patrimoniale. Le commissioni generate dai fondi di investimento e dai mandati di gestione di portafoglio hanno toccato nuovi record, e le commissioni di corporate finance sono quasi raddoppiate rispetto al terzo trimestre 2004, a dimostrazione del miglioramento dei livelli di attività societaria e delle eccellenti capacità di consulenza di UBS, che le hanno consentito di aggiudicarsi mandati per numerose transazioni di primaria importanza. Anche le commissioni di underwriting hanno registrato una crescita, principalmente a seguito dei progressi ottenuti dalle attività di underwriting nel segmento del reddito fisso. Questi effetti hanno spinto i compensi e le commissioni attive netti a un nuovo massimo storico, incidendo per oltre il 54% sul totale dei proventi. I ricavi da prodotti su margine d'interesse hanno raggiunto il livello più elevato dall'inizio del 2002, riflettendo il progresso delle attività creditizie nell'ambito della clientela privata facoltosa di tutto il mondo. Le attività di trading sono state particolarmente vigorose sui mercati azionari, sostenute soprattutto dal comparto dei derivati. Le attività su reddito fisso, tassi e valute hanno registrato una marcata inversione positiva di tendenza rispetto al terzo trimestre 2004. Investment Bank si sta adoperando in questo ambito per estendere l'operatività a nuove aree, in modo da sviluppare ulteriormente la propria posizione competitiva. In linea con un contesto economico stabile in tutti i mercati, UBS ha realizzato nel terzo trimestre 2005 recuperi netti su crediti per CHF 37 milioni, contro i recuperi netti per CHF 69 milioni nel secondo trimestre 2005 e per CHF 12 milioni nel terzo trimestre 2004.

La raccolta netta nell'ambito delle attività di gestione patrimoniale è stata pari a CHF 31,1 miliardi nel terzo trimestre, in progresso rispetto ai CHF 20,2 miliardi nel periodo precedente grazie alle vigorose performance espresse in tutte le aree geografiche. Le attività internazionali (escluse quelle nazionali statunitensi) hanno registrato un apporto record di CHF 19,3 miliardi, sostenute dall'ulteriore crescita in Asia e nei cinque mercati chiave europei di UBS. Le attività svizzere hanno evidenziato una raccolta netta pari a CHF 1,9 miliardi, mettendo così a segno un risultato positivo per il terzo trimestre consecutivo. Alla raccolta netta di questo trimestre ha contribuito per CHF 9,9 miliardi la clientela statunitense, mostrando un'accelerazione estremamente sostenuta rispetto a CHF 1,8 miliardi nel secondo trimestre. Tenendo conto dell'afflusso record di CHF 19,9 miliardi nelle attività di asset management, questo trimestre la raccolta netta per l'intera UBS ha segnato un risultato eccellente di CHF 51,2 miliardi. Al 30 settembre 2005, i patrimoni gestiti da UBS erano quindi pari a CHF 2666 miliardi, un livello superiore del 6% a quello del trimestre precedente e del 20% a quello della stessa data del 2004.

I costi operativi totali hanno raggiunto CHF 7309 milioni, contro i CHF 6293 milioni dell'esercizio precedente. Escludendo gli oneri per l'ammortamento dell'avviamento nel terzo trimestre 2004, i costi operativi sono aumentati del 20%, per lo più in seguito all'incremento delle spese per il personale, le quali sono salite del 29% a CHF 5320 milioni nel terzo trimestre del 2005 rispetto ai CHF 4131 milioni di un anno prima. Gli accantonamenti relativi ai pagamenti commisurati ai risultati sono cresciuti in linea con i ricavi. Le spese per stipendi, assicurazioni e contributi sociali sono aumentate a causa dell'incremento dell'organico in tutta UBS.

Al 30 settembre 2005 il numero di collaboratori impiegati nelle attività finanziarie era pari a 70 502, in rialzo di 1302 unità dai 69 200 collaboratori al 30 giugno 2005 e di 3095 unità dai 67 407 collaboratori al 31 dicembre 2004; l'aumento dell'organico è stato registrato in quasi tutte le unità. Dalla fine dello scorso esercizio, il numero di collaboratori è salito di 847 unità in Svizzera, 795 in Europa, 660 nelle Americhe e 793 nella regione Asia-Pacifico.

Attivi ponderati in funzione del rischio, quota di fondi propri BRI Tier 1

Al 30 settembre 2005 gli attivi ponderati per il rischio erano pari a CHF 316,6 miliardi, in progresso del 5% rispetto ai CHF 300,6 miliardi al 30 giugno 2005. Oltre la metà di tale aumento è riconducibile agli attivi fuori bilancio, principalmente a seguito dei maggiori impieghi a favore della crescente base di clientela aziendale di Investment Bank. All'aumento del livello di attivi ponderati per il rischio ha altresì contribuito la crescita delle attività su derivati e l'andamento dei tassi d'interesse e di cambio.

Seppur in misura minore, anche il fabbisogno di capitali ha evidenziato una crescita a seguito della più intensa attività creditizia a favore della clientela privata in Svizzera e negli Stati Uniti.

Il capitale BRI Tier 1 è sceso a CHF 35,7 miliardi al 30 settembre 2005 dai CHF 36,7 miliardi al 30 giugno 2005, per effetto del programma di buyback azionario in corso il quale ha più che ampiamente controbilanciato i brillanti risultati di UBS nel terzo trimestre 2005. Con una quota di fondi propri BRI Tier 1 all'11,3% a fine settembre 2005, l'istituto mantiene una forte capitalizzazione.

Integrazione globale delle unità di gestione patrimoniale

Le principali iniziative strategiche di UBS stanno compiendo progressi significativi. A conclusione di un processo ottimale di trasferimento, le attività di gestione patrimoniale con sede negli Stati Uniti sono ora integrate nelle unità internazionali e svizzere, dando vita a un unico gruppo globale attivo nell'ambito della gestione patrimoniale. Sono a buon punto anche i preparativi per il lancio di Dillon Read Capital Management, unità specializzata nell'asset management alternativo. L'interesse per questo nuovo business continua a crescere e UBS prevede che la fase operativa prenderà il via nel primo semestre del 2006.

Prospettive

Nei primi nove mesi del 2005 tutte le unità di UBS hanno registrato performance eccellenti, sostenute dal vigore delle attività di raccolta, dalla base di clientela sempre più ampia per Investment Bank e dalla capacità dell'istituto di trarre vantaggio dalle opportunità di mercato.

«Nonostante i mercati si siano leggermente indeboliti dopo la fine del trimestre, auspichiamo di chiudere all'insegna del successo quello che già si profila come uno dei nostri esercizi più brillanti» ha sottolineato Clive Standish.

Risultati raffrontati agli obiettivi finanziari di UBS

Risultati raffrontati agli obiettivi finanziari di UBS*:

  • Il ROE annualizzato per i primi nove mesi del 2005 si è attestato al 29,0%, in crescita del 27,4%* rispetto allo stesso periodo del 2004, e tuttora nettamente superiore al target range del 15-20%. Tale risultato è stato sostenuto dall'incremento dell'utile netto, controbilanciato in parte dall'aumento del patrimonio netto medio dovuto all'incremento degli utili non distribuiti.

  • Nel terzo trimestre 2005 l'utile base per azione si è attestato a CHF 2.75, in progresso del 55% (+ CHF 0.98) rispetto ai CHF 1.77* dell'esercizio precedente, riflettendo la crescita degli utili e una lieve riduzione (-1%) della media delle azioni in circolazione, conseguente al programma di riacquisto azionario in corso.

  • Il rapporto costi/ricavi per le attività finanziarie è sceso al livello più basso dal 2000, attestandosi al 68,5% nel terzo trimestre 2005, in calo dal 72,7% dell'esercizio precedente. Tale miglioramento è ascrivibile al notevole incremento dei ricavi, registrato praticamente in tutte le attività, e alla politica di costante contenimento dei costi.

Raffronto tra risultati e obiettivi

Da inizio anno

30.9.05

30.6.05

30.9.04

RoE (%)

1

Come riportato

29.0

28.2

25.1

Ante avviamento

29.0

28.2

27.4

1 Utile netto di competenza degli azionisti UBS (annualizzato) / patrimonio netto medio di competenza degli azionisti UBS meno dividendi.

Trimestre conclusosi il

30.9.05

30.6.05

30.9.04

Utile base per azione (CHF)

2

Come riportato

2.75

2.10

1.59

Ante avviamento

2.75

2.10

1.77

Rapporto costi / ricavi delle attività finanziarie (%)

3,4

Come riportato

68.5

70.7

74.9

Ante avviamento

68.5

70.7

72.7

Raccolta netta delle attività di gestione patrimoniale (in miliardi di CHF)

5

Wealth Management International & Switzerland

21.2

18.4

11.4

Wealth Management USA

9.9

1.8

5.1

Totale

31.1

20.2

16.5

2 Dettagli relativi al calcolo dell'utile per azione (EPS) sono disponibili nella Nota 8 dei Financial Statements. 3 Esclusi i risultati da partecipazioni industriali. 4 Costi operativi / proventi operativi al netto delle rettifiche di valore per perdite (recuperi) su crediti. 5 Esclusi interessi attivi e proventi da dividendi. "1 Résultat net revenant aux actionnaires d'UBS (annualisé) /moyenne des fonds propres revenant aux actionnaires d'UBS moins dividendes. 2 Pour de plus amples détails sur le calcul du résultat par action (BPA), voir la note 8 du rapport financier. 3 Hors résultat des participations industrielles. 4 Charges/produit d'exploitation moins correctifs de valeur pour risques de crédit. 5 Hors intérêts et dividendes.

Attività finanziarie

Global Wealth Management & Business Banking

Wealth Management International & Switzerland archivia il terzo trimestre 2005 con un utile ante imposte record di CHF 1166 milioni, in progresso del 21% rispetto ai CHF 963 milioni del periodo precedente. Tale risultato è stato sostenuto da fattori quali l'aumento delle commissioni di portafoglio, il maggiore volume di attività della clientela e la crescita dei proventi da interessi attivi a fronte di una lieve flessione dei costi operativi. Le attività internazionali hanno registrato una raccolta netta di CHF 19,3 miliardi, mentre quelle svizzere (CHF 1,9 miliardi) hanno messo a segno il loro terzo trimestre positivo consecutivo. Nel periodo in rassegna, il margine lordo sui patrimoni investiti è risultato pari a 103 punti base, in crescita di 2 punti base rispetto al periodo precedente come diretta conseguenza dei maggiori volumi di transazione in un contesto di mercati solidi. I patrimoni investiti hanno toccato il livello più elevato di sempre, portandosi a CHF 944 miliardi (+6%) al 30 settembre 2005 rispetto ai CHF 890 miliardi al 30 giugno 2005. A questa performance hanno contribuito congiuntamente l'afflusso record di nuovi capitali netti, la performance positiva registrata dai mercati e l'apprezzamento dell'1% del dollaro contro il franco svizzero. Circa il 35% delle attività investite sono infatti denominate in dollari USA.

Wealth Management USA ha registrato una perdita ante imposte di CHF 5 milioni, contro un utile ante imposte di CHF 94 milioni nel secondo trimestre. Sulla performance ha pesato il considerevole aumento degli accantonamenti per contenziosi legali nel corso del terzo trimestre, il quale ha neutralizzato l'effetto positivo dei proventi ricorrenti su livelli record e dei maggiori ricavi da transazioni. Nel periodo in rassegna, la raccolta netta è stata pari a CHF 9,9 miliardi, in netto progresso rispetto ai CHF 1,8 miliardi del secondo trimestre 2005. Il margine lordo è rimasto stabile a 73 punti base rispetto ai tre mesi precedenti, mentre i patrimoni investiti sono saliti a CHF 728 miliardi al 30 settembre 2005, in progresso del 5% rispetto ai CHF 693 miliardi al 30 giugno 2005.

Business Banking Switzerland ha conseguito un utile ante imposte di CHF 553 milioni, in flessione marginale rispetto al secondo trimestre (CHF 11 milioni). A fronte della stabilità dei proventi operativi, le spese generali e amministrative hanno segnato un aumento. Al 30 settembre 2005 le dimensioni del portafoglio creditizio risultavano pari a CHF 141,6 miliardi, in crescita di CHF 1,1 miliardi rispetto alla fine del secondo trimestre. In particolare, le nuove ipoteche nette erogate alla clientela individuale sono state parzialmente controbilanciate dal costante miglioramento del portafoglio crediti in sofferenza.

Global Asset Management

Global Asset Management chiude il terzo trimestre 2005 con un utile ante imposte record di CHF 308 milioni, in progresso del 40% rispetto ai CHF 220 milioni del periodo precedente. Tale andamento riflette la crescita della raccolta netta sia nel trimestre in rassegna che in quelli precedenti, nonché la crescita generalizzata dei mercati finanziari. I proventi hanno registrato progressi in tutte le attività, con commissioni di performance particolarmente sostenute per gli investimenti alternativi e quantitativi e con maggiori commissioni di portafoglio generate dagli investimenti tradizionali.

Nel periodo in rassegna i costi operativi totali sono saliti a CHF 363 milioni, in crescita rispetto ai CHF 329 milioni del trimestre precedente, prevalentemente a seguito delle maggiori spese per il personale.

La raccolta netta per le attività istituzionali si è attestata nel terzo trimestre 2005 a CHF 9,2 miliardi, in marcato progresso rispetto ai CHF 2,7 miliardi del secondo trimestre 2005. Escludendo i movimenti relativi ai fondi monetari, l'afflusso netto si attesta a CHF 10,7 miliardi, un record su base trimestrale.

La raccolta netta per le attività Wholesale Intermediary ha raggiunto nel terzo trimestre 2005 il livello record di CHF 10,7 miliardi, in deciso progresso rispetto ai CHF 6,2 miliardi dei tre mesi precedenti. Tale andamento è il risultato di una costante focalizzazione sui nuovi prodotti, tra cui il lancio di nuovi fondi obbligazionari e monetari nel corso del trimestre in rassegna. Escludendo i deflussi dal comparto monetario, la raccolta netta si attesta a CHF 12,3 miliardi, a fronte dei CHF 10,7 miliardi del secondo trimestre.

Alla fine del terzo trimestre 2005, i patrimoni investiti erano pari a CHF 737 miliardi, in progresso rispetto ai CHF 686 miliardi al 30 giugno 2005 grazie alla notevole raccolta netta e alla crescita generalizzata dei mercati finanziari.

Investment Bank

Investment Bank ha registrato nel terzo trimestre 2005 un utile ante imposte di CHF 1386 milioni, in progresso del 95% rispetto allo stesso periodo dell'esercizio precedente. Al lordo dell'avviamento, l'utile ante imposte evidenzia una crescita del 77%, a dimostrazione della capacità di Investment Bank di trarre vantaggio dalle condizioni positive di mercato e di aiutare i clienti a beneficiare delle opportunità strategiche.

I proventi operativi totali per il terzo trimestre 2005 si sono attestati a CHF 4691 milioni, in aumento del 46% rispetto allo stesso periodo dell'esercizio precedente grazie alla crescita dei ricavi per tutte le principali attività con la clientela.

I ricavi dell'unità Equities sono stati pari a CHF 1980 milioni, in crescita del 67% rispetto allo stesso periodo del 2004. Le attività su derivati hanno conseguito forti guadagni, con miglioramenti significativi in tutte le aree geografiche e in particolare nella regione Asia-Pacifico. I ricavi di prime brokerage hanno fatto segnare un progresso parallelamente alla prosecuzione dell'attività di acquisizione di nuovi clienti, a dimostrazione della crescita costante in questo importante segmento. I proventi delle attività di negoziazione secondaria a pronti hanno evidenziato un miglioramento grazie ai maggiori volumi complessivi di mercato. Anche i ricavi da attività in proprio sono aumentati. Rispetto al secondo trimestre 2005, i ricavi azionari sono cresciuti del 38%.

Fixed income, rates and currencies ha conseguito proventi per CHF 2108 milioni, in progresso del 25% rispetto al risultato del terzo trimestre 2004. Nonostante il clima di crescente incertezza e di volatilità sui mercati, i ricavi delle attività su tassi hanno espresso un aumento su base annuale. Le attività sul reddito fisso si sono attestate su livelli sostanzialmente in linea con quelli dello stesso periodo dell'esercizio precedente, mentre l'unità di principal finance ha conseguito risultati solidi. Le attività su cambi e di cash and collateral hanno beneficiato dei crescenti volumi della clientela nella maggior parte dei segmenti e dei maggiori ricavi di trading su valute. Le attività di municipal securities, trasferite da Wealth Management USA a inizio del terzo trimestre, hanno evidenziato una flessione dei proventi a causa del calo dei volumi dei derivati e di una contrazione delle attività di trading secondario. Rispetto al secondo trimestre 2005, i ricavi delle attività su reddito fisso, tassi e valute hanno evidenziato un progresso del 20%. I proventi di Investment banking hanno raggiunto nel terzo trimestre 2005 quota CHF 592 milioni, in crescita del 69% rispetto al terzo trimestre 2004, conseguendo così il miglior risultato trimestrale degli ultimi quattro anni. Escludendo l'effetto dei movimenti valutari e dei costi di copertura del portafoglio creditizio, i ricavi evidenziano un progresso del 62%. Tale performance sostenuta riflette la notevole crescita dei ricavi in tutte le regioni, in particolare in Europa e nella regione Asia-Pacifico, nonché il ruolo di primo piano svolto da UBS in molte delle principali operazioni di fusione e acquisizione nel corso del 2005. I proventi sia delle attività di consulenza che dell'underwriting nel comparto azionario e obbligazionario hanno registrato progressi straordinari rispetto allo stesso periodo dell'esercizio precedente. Anche i proventi delle attività di syndicated finance sono risultati maggiori rispetto al 2004. Confrontati con la performance sostenuta relativa al secondo trimestre 2005, i proventi di investment banking evidenziano una flessione dell'1%.

Nel periodo in rassegna, i costi operativi totali sono risultati pari a CHF 3305 milioni, in crescita del 32% rispetto al terzo trimestre 2004. Le spese per il personale si sono attestate a CHF 2509 milioni (+49% nei confronti del terzo trimestre 2004) a seguito dei maggiori accantonamenti per i bonus del personale, aumentati in linea con i ricavi e con la crescita dell'organico. Il rischio di mercato per Investment Bank, misurato dalla media a 10 giorni del Value at Risk (VaR) al 99%, nel terzo trimestre 2005 è risultato pari a CHF 343 milioni, in flessione rispetto ai CHF 359 milioni del periodo precedente. Il VaR sui tassi d'interesse, che costituisce la componente principale del VaR di Investment Bank, ha registrato una contrazione su base trimestrale.

* Al lordo dell'ammortamento dell'avviamento:


fino alla fine del 2004, gli obiettivi erano valutati al lordo dell'avviamento. L'introduzione dei nuovi standard contabili internazionali aggiornati (International Financial Reporting Standards, IFRS) ha comportato la cessazione dell'ammortamento dell'avviamento a partire dal primo trimestre 2005.

Cautionary statement regarding forward-looking statements


This communication contains statements that constitute "forward-looking statements", including, but not limited to, statements relating to the implementation of strategic initiatives, such as the European wealth management business, and other statements relating to our future business development and economic performance.
While these forward-looking statements represent our judgments and future expectations concerning the development of our business, a number of risks, uncertainties and other important factors could cause actual developments and results to differ materially from our expectations.
These factors include, but are not limited to, (1) general market, macro-economic, governmental and regulatory trends, (2) movements in local and international securities markets, currency exchange rates and interest rates, (3) competitive pressures, (4) technological developments, (5) changes in the financial position or creditworthiness of our customers, obligors and counterparties and developments in the markets in which they operate, (6) legislative developments, (7) management changes and changes to our Business Group structure and (8) other key factors that we have indicated could adversely affect our business and financial performance which are contained in other parts of this document and in our past and future filings and reports, including those filed with the SEC.
More detailed information about those factors is set forth elsewhere in this document and in documents furnished by UBS and filings made by UBS with the SEC, including UBS's Annual Report on Form 20-F for the year ended 31 December 2004. UBS is not under any obligation to (and expressly disclaims any such obligations to) update or alter its forward-looking statements whether as a result of new information, future events, or otherwise.

UBS

Webcast (in inglese)

Informazioni tecniche

In caso di problemi tecnici con il test di trasmissione web, si prega di contattare il team di supporto dedicato del nostro fornitore di servizi di trasmissione World Television tramite e-mail o per telefono al numero +41 44 306 5166 (tra le ore 09:00 e le ore 17:00 CET).

 

Key messages Video (in inglese)