Novità UBS


UBS chiude il primo trimestre con una perdita di CHF 2,0 miliardi e un coefficiente patrimoniale BRI Tier 1 del 10,5%

Zurigo / Basilea | | Quarterly Results

Risultati del primo trimestre 2009

  • Perdita netta di competenza degli azionisti UBS pari a CHF 1.975 milioni per il primo trimestre

  • Perdite principalmente imputabili alle posizioni di rischio in attività ora dismesse o in procinto di essere dismesse da Investment Bank

  • I risultati includono una svalutazione dell'avviamento per CHF 0,6 miliardi legata alla vendita annunciata di UBS Pactual

  • Deflussi netti per CHF 23,4 miliardi registrati da Wealth Management & Swiss Bank; nuovi capitali netti pari a CHF 16,2 miliardi presso Wealth Management Americas; rallentamento dei deflussi netti a CHF 7,7 miliardi per Global Asset Management

Base patrimoniale e bilancio

  • Coefficiente patrimoniale BRI Tier 1 pari a 10,5% e Coefficiente patrimoniale BRI totale pari al 14,7% a fine trimestre; coefficiente patrimoniale BRI Tier 1 pro forma pari all'11,0% includendo l'effetto della vendita annunciata di UBS Pactual

  • Rischi e bilancio ulteriormente ridotti; nel primo trimestre gli attivi ponderati in funzione del rischio secondo Basilea II sono diminuiti complessivamente dell'8,1% attestandosi a CHF 277,7 miliardi

Riduzione dei costi

Sono in corso misure di riduzione dei costi: come annunciato il 15 aprile 2009, ci si attende che le spese operative diminuiscano dai CHF 3,5 ai 4 miliardi entro la fine del 2010

Prospettive

L'umore del mercato è migliorato nel corso del primo trimestre, trainato dal forte rimbalzo degli indici azionari globali da inizio marzo in poi; i mercati creditizi si sono tuttavia ripresi solo parzialmente e le attività di negoziazione su prodotti finanziari complessi continuano a essere contraddistinte dall'illiquidità. In un contesto di persistente instabilità, manteniamo un orientamento cauto rispetto alle proprie prospettive a breve termine di UBS. Il notevole influsso che le politiche governative esercitano sui mercati si è manifestato appieno nel primo trimestre, con una avversione per il rischio da parte degli investitori che si è progressivamente ridotta. Il deterioramento dell'economia reale è tuttavia proseguito e ci si attende che ciò abbia ripercussioni negative sugli accantonamenti relativi al credito nei prossimi trimestri.

UBS chiude il primo trimestre con una perdita di CHF 1.975 milioni.

Risultati del primo trimestre 2009
La perdita netta di competenza degli azionisti UBS si è attestata a CHF 1.975 milioni, rispetto alla perdita netta di CHF 9.563 milioni nel quarto trimestre 2008. La variazione è riconducibile essenzialmente alle minori perdite su posizioni di rischio in attività nel frattempo dismesse o in procinto di essere dismesse da Investment Bank. La perdita netta da attività continuative è stata pari a CHF 1.852 milioni rispetto a una perdita netta di CHF 9.460 milioni.

I ricavi operativi totali sono cresciuti a CHF 4.970 milioni, rispetto al risultato negativo di CHF 4.696 milioni, grazie a inferiori perdite da negoziazione e proventi negativi per CHF 630 milioni invece che CHF 9.132 milioni. Gli interessi attivi netti sono saliti a CHF 1.899 milioni dal precedente valore di CHF 1.655 milioni. Per il primo trimestre 2009 UBS ha riportato rettifiche di valore su crediti per CHF 1.135 milioni, rispetto ai CHF 2.310 milioni del quarto trimestre 2008. I proventi netti da compensi e commissioni si sono attestati a CHF 4.241 milioni, in calo dell'11% dai precedenti CHF 4.784 milioni. Nel primo trimestre del 2009 si è registrata una flessione in tutte le principali categorie di gettito commissionale, ad eccezione delle commissioni di sottoscrizione. Gli altri proventi hanno messo a segno un recupero da CHF 306 milioni a CHF 595 milioni.

I costi operativi complessivi sono diminuiti dell'1% a CHF 6.528 milioni da CHF 6.562 milioni. L'incremento delle spese per il personale e la svalutazione dell'avviamento di CHF 631 milioni legata all'annunciata vendita di UBS Pactual sono stati compensati da una riduzione delle spese generali e amministrative, poiché il quarto trimestre 2008 comprendeva accantonamenti legati alla questione delle attività transfrontaliere negli USA e costi relativi alle auction rate securities (ARS). La variazione delle spese per il personale è in gran parte dovuta al fatto che gli accantonamenti destinati ai compensi correlati alla performance fatti nei primi nove mesi del 2008 sono stati parzialmente revocati nel quarto trimestre, risultando in spese per personale insolitamente basse nel quarto trimestre 2008.

Risultati delle divisioni operative: primo trimestre 2009 e quarto trimestre 2008 a raffronto
Wealth Management & Swiss Bank ha evidenziato un aumento dell'utile ante imposte, salito a CHF 1.077 milioni da CHF 535 milioni. Tale risultato è principalmente ascrivibile all'impatto nel quarto trimestre 2008 degli accantonamenti effettuati in relazione alla questione delle attività transfrontaliere negli USA. Escludendo gli effetti di tali accantonamenti, l'utile ante imposte sarebbe diminuito del 26% a causa dei minori proventi dovuti a una base patrimoniale ridotta e ai maggiori costi operativi.

Wealth Management Americas ha registrato una perdita al lordo delle imposte di CHF 35 milioni rispetto ad una perdita di CHF 444 milioni. Escludendo gli oneri per le auction rate securities (ARS) registrati nel quarto trimestre 2008, i risultati del primo trimestre 2009 sono calati rispetto all'utile ante imposte rettificato di CHF 273 milioni dell'ultimo trimestre 2008 per effetto della diminuzione dei ricavi e dell'incremento dei costi operativi.

L'utile ante imposte di Global Asset Management ha evidenziato un saldo negativo di CHF 59 milioni, in calo rispetto al valore positivo di CHF 236 milioni, essenzialmente a causa di una svalutazione dell'avviamento pari a CHF 191 milioni in relazione all'annunciata vendita di UBS Pactual. I proventi sono aumentati per lo più grazie alle maggiori commissioni di performance e alle ridotte perdite operative.

Investment Bank ha riportato una perdita al lordo delle imposte di CHF 3.162 milioni rispetto alla perdita di CHF 8.096 milioni. Il primo trimestre 2009 ha registrato un incremento dei ricavi nella maggior parte delle attività dedicate alla clientela, principalmente negli ambiti dell'azionario, dei tassi e dei mercati emergenti nell'ambito dell'area reddito fisso, valute e materie prime (FICC). Le perdite imputabili alle posizioni di rischio nelle attività ora dismesse o in procinto di essere dismesse da Investment Bank sono risultate inferiori rispetto al precedente trimestre. Gli delle valutazioni di credito sulle coperture contro il rischio di credit default acquistate presso le compagnie assicurative monoline hanno totalizzato CHF 1,9 miliardi nel primo trimestre del 2009. Investment Bank ha continuato a ridurre la componente di rischio insita nelle attività in fase di dismissione, registrando di riflesso minusvalenze sulle posizioni liquidate. Anche Diminuzioni di valore e aggiustamenti delle valutazioni di credito hanno contribuito ai risultati trimestrali in perdita. Perdite di negoziazione sono state inoltre evidenziate nella gestione del rischio di controparte nei portafogli di strumenti derivati over the counter (OTC). I risultati del primo trimestre 2009 hanno incluso perdite legate agli impegni di acquisto delle ARS (CHF 0,3 miliardi) e agli aggiustamenti nei prezzi delle posizioni trasferite a SNB StabFund (CHF 0,2 miliardi). Nel primo trimestre le rettifiche di valore per perdite su crediti si sono collocate a CHF 1.017 milioni. Sempre nello stesso periodo Investment Bank ha conseguito guadagni sul proprio credito per CHF 651 milioni. I costi operativi hanno subito un aumento rispetto al precedente trimestre a causa dell'incremento delle spese per il personale e della svalutazione dell'avviamento per CHF 421 milioni legata all'annunciata vendita di UBS Pactual.

Nel primo trimestre 2009 il Corporate Center ha registrato un utile ante imposte da attività continuative pari a CHF 621 milioni principalmente grazie all'impatto netto della transazione con la Banca nazionale svizzera (BNS) e alla valutazione delle obbligazioni a conversione obbligatoria (MCN) emesse il 9 dicembre 2008. I risultati del primo trimestre includono anche un guadagno di CHF 304 milioni derivante dalle operazioni di riacquisto di debito subordinato. Per contro, nel quarto trimestre era stata registrata una perdita ante imposte da attività continuative pari a CHF 3.489 milioni, con l'impatto della transazione BNS solo in parte compensato dall'equa valutazione delle suddette MCN.

Raccolta netta
Wealth Management & Swiss Bank – I deflussi netti sono rallentati a CHF 23,4 miliardi nel primo trimestre 2009 dai CHF 60,4 miliardi del quarto trimestre 2008, includendo l'effetto della riduzione del rischio da parte dei clienti. La maggior parte dei deflussi totalizzati nel primo trimestre hanno fatto seguito agli annunci riguardanti la questione delle attività transfrontaliere negli USA. I deflussi netti totali comprendono deflussi pari a CHF 10,2 miliardi da parte della clientela svizzera e a CHF 13,2 miliardi a livello di clientela internazionale, rispetto ai CHF 17,4 miliardi e CHF 43,0 miliardi registrati rispettivamente nel quarto trimestre 2008.

Wealth Management Americas – Nel primo trimestre 2009 sono stati raccolti nuovi capitali netti per CHF 16,2 miliardi, rispetto ai CHF 2,2 miliardi dell'ultimo trimestre 2008.

Global Asset Management – Nel primo trimestre 2009 i deflussi netti hanno rallentato a CHF 7,7 miliardi da CHF 27,6 miliardi. Deflussi da parte della clientela istituzionale hanno rallentato a CHF 1,1 miliardi da CHF 16,7 miliardi. Escludendo i flussi sul mercato monetario, i deflussi si sono attestati a CHF 9,2 miliardi da CHF 22,7 miliardi. Nelle attività wholesale intermediary i deflussi netti hanno totalizzato CHF 6,6 miliardi, rispetto ai precedenti CHF 10,9 miliardi. Senza considerare i flussi sul mercato monetario, i deflussi nelle attività wholesale intermediary sono stati pari a CHF 8,7 miliardi rispetto ai precedenti CHF 16,6 miliardi.

Base patrimoniale e bilancio
Al 31 marzo 2009 il coefficiente patrimoniale BRI Tier 1 era pari al 10,5% e di un coefficiente di capitale BRI totale del 14,7%, entrambi in flessione rispetto all'11,0% e al 15,0% registrati al 31 dicembre 2008. Durante il primo trimestre 2009 gli attivi ponderati in funzione del rischio sono scesi dell'8,1% a CHF 277,7 miliardi, il capitale BRI Tier 1 è diminuito di CHF 3,9 miliardi a CHF 29,2 miliardi e il capitale BRI totale è calato di CHF 4,4 miliardi a CHF 41,0 miliardi.

Tenendo conto degli effetti dell'annunciata vendita di UBS Pactual, che dovrebbe concludersi intorno alla metà del 2009, il capitale BRI Tier 1 aumenterebbe di circa CHF 1 miliardo, gli attivi ponderati per il rischio risulterebbero inferiori di CHF 3 miliardi e, di conseguenza, il coefficiente patrimoniale BRI Tier 1 pro forma al 31 marzo 2009 si attesterebbe all'11,0%.

Durante il primo trimestre UBS ha proseguito nella riduzione del proprio bilancio. Al 31 marzo 2009 gli attivi totali ammontavano a CHF 1.861 miliardi, in flessione di CHF 153 miliardi rispetto alla fine del trimestre precedente. Nel periodo in rassegna le posizioni di collateral trading e il portafoglio di negoziazione sono diminuiti di CHF 55 miliardi, principalmente in Investment Bank. I valori di rimpiazzo sono calati in misura simile in entrambi i lati del bilancio, in quanto l'andamento dei mercati ha spinto i valori di rimpiazzo positivi al ribasso del 12%, ossia di CHF 100 miliardi, portandoli a CHF 754 miliardi.

Rettifica del bilancio annuale 2008
UBS ha effettuato un restatement del proprio bilancio annuale 2008 per correggere alcuni errori contabili che sono stati identificati e sono ad esso riferiti. Questi errori non incidono in maniera rilevante sul bilancio annuale e sui rapporti trimestrali 2008, ma le relative correzioni avrebbero influito in modo significativo sui risultati riportati per il primo trimestre 2009. Complessivamente, l'impatto netto totale di tutte le voci rettificate sui risultati 2008 si è tradotto in una riduzione dell'utile netto e dell'utile netto di competenza degli azionisti UBS di CHF 405 milioni e in una contrazione del patrimonio e del patrimonio di competenza degli azionisti UBS di CHF 269 milioni. Il coefficiente BRI totale è diminuito dello 0,1% mentre il coefficiente BRI Tier 1 è rimasto invariato.

La rettifica dei risultati di UBS riflette inoltre la riorganizzazione delle attività di wealth management di UBS annunciata il 10 febbraio 2009.