Novità UBS


UBS annuncia un riposizionamento d'Investment Bank

Zurigo / Basilea | | Price Sensitive Information

Il modello d'affari è orientato verso i principali punti di forza della divisione e la base di clientela nelle attività su titoli e di consulenza. Comprende inoltre un ridimensionamento o un abbandono di alcune attività. Investment Bank si adegua alle condizioni dei mercati.

UBS annuncia oggi un riposizionamento della sua Investment Bank, in seguito ad una revisione approfondita della strategia compiuta da Jerker Johansson, Presidente e CEO d'Investment Bank, da alcuni membri del Group Executive Committee e dal Consiglio d'amministrazione di UBS.

Investment Bank ridefinirà le priorità nel portafoglio di attività al fine di mantenere i suoi principali punti di forza e la sua base di clientela nelle attività Azioni (Equities), IBD e FICC, ridimensionando o riducendo anche alcune attività. In tal modo si otterranno maggiore efficienza e un'ulteriore riduzione dell'organico e del bilancio d'Investment Bank.

«La crisi continua in cui versano i mercati finanziari e una dinamica completamente nuova in atto nel nostro settore comportano per il nostro istituto la necessità di adeguare le sue attività. Le prospettive relative ai ricavi sono incerte. Tuttavia, queste misure ci permetteranno di concentrarci sui nostri punti di forza, di riportare i nostri costi ad un livello più duraturo, e di posizionare le nostre attività principali per la prossima fase di crescita quando saranno migliorati i fondamentali», ha dichiarato Jerker Johansson, Chairman e CEO d'UBS Investment Bank.

Priorità strategiche

UBS Investment Bank prenderà i provvedimenti seguenti nell'ambito del suo riposizionamento:

  • Continuare a sviluppare le attività «Azioni» puntando sui suoi punti di forza nelle attività di «cash distribution», derivati e «prime services», migliorando anche ulteriormente l'efficienza

  • Mantenere la sua posizione di leader nell'investment banking al fine di offrire ai clienti una consulenza strategica e l'accesso ai mercati dei capitali

  • Riposizionare le sue attività « Fixed Income, Currencies and Commodities » (FICC) orientandole verso i servizi destinati ai clienti. UBS abbandonerà le attività nel settore delle materie prime (tranne i metalli preziosi), ridurrà notevolmente le attività nell'ambito immobiliare e della cartolarizzazione nonché la negoziazione per conto proprio e manterrà le sue attività di base nel settore dei cambi, dei tassi e del credito

Adeguamento delle capacità

UBS ha già preso diversi provvedimenti al fine di ridurre il bilancio, applicare un nuovo modello di finanziamento orientato verso il mercato e ridurre il rischio e l'organico. L'annuncio di oggi comporterà ulteriori riduzioni allo scopo di riportare i costi ad un livello più sostenibile.

Investment Bank ridurrà ulteriormente l'organico netto di 2000 collaboratori. Entro la fine dell'anno, il totale per questa divisione dovrebbe quindi attestarsi intorno ai 17'000 collaboratori. Circa 6'000 posti sono stati soppressi dal massimo raggiunto nel terzo trimestre 2007. Le riduzioni riguarderanno principalmente le attività che saranno dismesse o ridimensionate al fine di proteggere e sostenere la nostra base di clientela nei nostri principali segmenti.

«Una banca d'affari con le dimensioni giuste, accanto al primo gestore patrimoniale al mondo e a un'attività leader nella gestione di attivi di clienti istituzionali, consentirà a UBS di posizionarsi in seno a un gruppo ristretto di banche universali che potranno affermarsi in un settore finanziario rimodellato, » ha dichiarato Jerker Johansson.

Interlocutori:

UBS Media Relations London +44-20-75682439
UBS Media Relations New York +1 212 882 5690
UBS Media Relations Zurich +41 44 234 85 00