Novità UBS


Secondo l'Indice UBS permane l'incertezza tra i risparmiatori europei

| About UBS

Secondo l'Index of Investor Optimism® - EU 5, una collaborazione tra UBS e Gallup Organization, a gennaio l'ottimismo tra i risparmiatori europei è rimasto pressoché invariato rispetto al livello minimo registrato lo scorso mese. Questo mese le prospettive dell'economia europea hanno evidenziato un lieve miglioramento, nonostante i crescenti timori dei risparmiatori sulle prospettive relative al patrimonio finanziario personale.

A gennaio, l'Index of Investor Optimism - EU 5 globale è aumentato di 1 punto raggiungendo un livello di -37, in rialzo dal -38 di dicembre, il punteggio più basso dal sondaggio baseline condotto nell'ottobre 2001 (Tabella 1). Tuttavia, mentre questo mese l'Indice globale è rimasto invariato, si è assistito a importanti variazioni nelle prospettive economiche e in quelle finanziarie individuali (Tabella 2).

Nel corso del mese, le prospettive dei risparmiatori sulla situazione finanziaria personale hanno continuato a subire una flessione e circa la metà degli intervistati (il 49%) dichiara di essere pessimista sulla propria capacità di raggiungere obiettivi di investimento prefissati nei prossimi dodici mesi (in rialzo dal 46% di dicembre). Inoltre, una percentuale minore di intervistati (il 53%) dichiara di essere ottimista sul conseguimento dei propri obiettivi di investimento nei prossimi cinque anni, in ribasso dal 56% dello scorso mese e dal 65% dell'anno scorso.

In risposta alla domanda sulle possibili prospettive dei mercati azionari europei nei prossimi dieci anni, il 12% dei risparmiatori ritiene molto o estremamente probabile il perdurare della crisi, percentuale invariata dal 2001, data dell'ultimo sondaggio condotto sull'argomento tra gli investitori. Un terzo dei risparmiatori, il 33%, afferma che la stagnazione è abbastanza probabile (in ribasso dal 36%) e il 48% la ritiene non troppo probabile o per niente probabile (rispetto al 47% di ottobre).

Londra, 27 gennaio 2003