Novità UBS


Secondo l'Indice UBS, a giugno incertezze politiche e continue crisi economiche smorzano l'ottimismo degli investitori

| About UBS

Secondo l'Index of Investor Optimism® - EU 5, una collaborazione tra UBS e Gallup Organization, a giugno l'ottimismo dei singoli investitori ha subito un calo, a seguito delle preoccupazioni sulle prospettive dei mercati europei, sollevate dalla 'guerra al terrorismo' e dai conflitti in Medio Oriente.

A giugno l'Indice globale è sceso di 20 punti raggiungendo quota 8, rispetto al 28 dello scorso mese. L'ottimismo degli investitori ha raggiunto il livello più basso dal sondaggio 'baseline' condotto nell'ottobre 2001. Il calo nell'Indice globale può essere attribuito a prospettive per il mercato finanziario in continuo peggioramento e ai timori relativi al futuro dell'economia. Infatti, il 45% degli intervistati si sente ora pessimista in relazione alla performance della Borsa per i prossimi dodici mesi, rispetto al 35% di maggio. Inoltre in questo mese il 48% degli investitori, un numero inferiore rispetto al 54% di maggio, ha espresso ottimismo sulla possibilità di conservare o di aumentare il proprio reddito nell'anno a venire.

La tensione geopolitica continua a influire sulla fiducia degli investitori. I singoli investitori considerano la 'guerra al terrorismo' la minaccia più grave per le Borse europee: il 73% la considera infatti una minaccia molto o abbastanza grave. A giugno inoltre, una crescente percentuale di investitori, il 67% rispetto al 63% dello scorso mese, ritiene che il conflitto Israele/Palestina rappresenti un grave pericolo.

Londra, 24 giugno 2002
UBS SA