Immobili
Un elemento solido nel portafoglio

Immobili

Caratteristiche:
Gli investimenti in immobili si distinguono per il fatto che vengono gestiti da investitori professionisti allo scopo di conseguire allettanti rendimenti corretti per il rischio e ricavi stabili.

Gli investimenti immobiliari vengono suddivisi in cinque categorie: uffici, immobili residenziali, commerciali, industriali e immobili ad uso speciale quali gli hotel. Le variabili decisive per il successo dell'investimento sono soprattutto l'ubicazione nonché la dotazione e la flessibilità d'utilizzo dell'immobile.

Opportunità:
I redditi da locazione consentono di ottenere entrate regolari; allo stesso tempo gli immobili offrono la possibilità di incrementi di valore interessanti. Essi aportano stabilità all'interno del portafoglio e ne migliorano il rapporto rischio-rendimento. Poiché gli immobili acquistano spesso un surplus di valore commisurato all'incremento dell'inflazione, essi offrono anche un certo grado di tutela dall'inflazione stessa.

Rischi:
Gli immobili comportano rischi relativamente ridotti, poiché generano redditi regolari e periodici. Tuttavia, sul mercato può accadere che si presentino eccessi di prezzo per diversi motivi (incentivi fiscali, condizioni di credito interessanti, etc.), e questi reagiscono similmente alle obbligazioni alle variazioni del tasso d'interesse.

Come investire in immobili?
Gli investitori privati possono investire in immobili direttamente o indirettamente. Un investimento diretto significa acquistare immobili direttamente. Gli investitori possono effettuare investimenti indiretti in immobili con importi ridotti, ad esempio in fondi immobiliari. I vantaggi sono tanti: i rischi vengono dispersi e ridotti grazie alla diversificazione geografica e alle diverse categorie immobiliari.