Nella mia Banca il futuro è adesso!

Le nuove tecnologie aprono nuove prospettive per comunicare con la Banca. Tre tendenze semplificano l'e-banking.

21.01.2014, Andreas Kubli (testo) und Raffinerie (illustrazione) | Illustrazione ritratto: Elizabeth Traynor

Mobilità

Scrivere mail, fare ricerche, studiare cartine: per tutto ciò non serve più un PC. Basta uno smartphone o un tablet. Più della metà della popolazione svizzera naviga su Internet anche per strada. La tendenza è in crescita. Non sorprende che sempre più persone vogliano effettuare le operazioni bancarie ovunque: verificare la situazione del conto, ricevere in tempo reale informazioni sugli addebiti sulla carta di credito, effettuare pagamenti o contrattare titoli. Semplicemente quando il momento è propizio. Con la nuova app UBS Mobile Banking questi servizi sono già realtà.

Negli USA e in Scandinavia, ma anche in Asia e Africa, l'e-banking è già molto diffuso. La necessità di un banking indipendente dal luogo fisico parla a favore del fatto che presto si affermerà anche qui da noi.

Gli smartphone, però, hanno ancora più potenzialità: commercianti al dettaglio come Migros, Coop e Valora investono in terminali per carte di credito che consentano di pagare senza contatto. I pagamenti di questo tipo oggi funzionano con le carte di credito dotate di Near-Field-Communication-Chip (NFC) integrato, ad esempio la UBS Mastercard PayPass oppure la UBS Visa Card Pay Wave. Gli smartphone con la stessa tecnologia potrebbero diventare i portafogli del futuro: la tecnologia c'è. Manca solamente ancora un modello commerciale che convinca tutte le parti coinvolte nel mercato.

Individualità

Grazie a elaboratori sempre più potenti, UBS e-banking è in grado di tenere sempre più conto delle diverse necessità dei clienti. Sono così nate le pagine iniziali personalizzate e proposte adeguate di prodotti. Particolarmente pratico è l'Assistente finanziario personale, che aiuta a rispettare i limiti del budget. Grazie alla nuova funzione è possibile controllare gli obiettivi di risparmio e le spese. Illustra anche per cosa usate i soldi.

Ma in fin dei conti il progresso non consente di modellare individualmente soltanto le piattaforme online, bensì l'intera relazione bancaria. Se tutti i canali vengono sviluppati e connessi, i clienti possono scegliere come entrare in contatto con la Banca. Si desidera una consulenza personale? Oppure si eseguono le operazioni subito con il cellulare? La maggior parte dei clienti opta per una via di mezzo: per le questioni bancarie quotidiane utilizza il computer oppure lo smartphone. Per le tematiche complesse come previdenza, investimenti e ipoteche preferisce una consulenza personale.

Qualità

Nuovi canali e tecnologie stimolano lo scambio tra clienti e Banca. Ecco alcuni esempi: durante un colloquio di consulenza si possono simulare le potenziali conseguenze delle decisioni finanziarie e sviluppare conseguentemente soluzioni. Le valutazioni dei clienti e i feedback tramite App Store aiutano a ottimizzare costantemente l'e-banking. Grazie alle piattaforme dei social media, i clienti possono farsi sentire se credono che la propria banca li tratti particolarmente bene o male. Aumentando così la discussione pubblica, nel settore finanziario dovrebbero migliorare sia la qualità che la soddisfazione della clientela.

L'esperto di canali multipli

Andreas Kubli è direttore di UBS Multichannel Management & Digitization e responsabile dello sviluppo dei canali digitali.


Per ulteriori informazioni su

L'app UBS Mobile Banking può essere scaricata gratuitamente per iOS e Android oppure come versione per il browser di Windows e Blackberry. Video informativi su questo argomento su