«Ci prepariamo per quasi qualsiasi scenario»

Nella strategia di investimento di UBS, e quindi nei fondi strategici UBS, confluiscono le conoscenze di oltre 900 esperti di investimenti di tutto il mondo, che collaborano in modo sistematico. Philippe G. Müller, responsabile di UBS Global Investment Themes, spiega perché guarda con ottimismo al futuro e nello stesso tempo si prepara anche per eventuali scenari negativi.

Philippe G. Müller responsabile di UBS Global Investment Themes, spiega come gli analisti di UBS lavorano e creano valore aggiunto per i clienti.

22.07.2014, Intervista: Stephan Lehmann-Maldonado
 

I corsi azionari sono fortemente aumentati negli ultimi anni. Siamo nuovamente nell’imminenza di un crac in borsa?

Philippe G. Müller: No, la congiuntura è in ripresa in tutto il mondo, la politica monetaria delle banche centrali è molto espansive e gli utili delle imprese americane registrano un solido incremento. Nell’Eurozona gli utili sono ancora a livelli molto bassi, dal momento che si è usciti dalla recessione solamente l’anno scorso. Gli utili in Europa continuano a offrire potenziale di incremento. Consideriamo pertanto i corsi azionari su una prospettiva di sei mesi come ben sostenuti e ci attendiamo ulteriori aumenti dei corsi. Non escludiamo però delle flessioni temporanee e a breve termine del 5 – 10 %, come le abbiamo viste anche all’inizio dell’anno.

Quanto sono affidabili le vostre previsioni economiche?

È come per la meteo: quanto più a breve termine è la previsione, tanto più è semplice e azzeccata. Gli indici d’acquisto dei direttori d’azienda, ad esempio, sono indicatori anticipati piuttosto affidabili sull’andamento dell’economia. Guardando all’indietro si vede che dall’inizio del 2013 le nostre previsioni sono state molto ben rispettate. Le prognosi devono comunque essere considerate delle stime indicative che dovrebbero verificarsi entro determinati margini e non come esatte previsioni del futuro.

E che succede se un evento inaspettato manda tutto all’aria?

Le nostre previsioni si basano su ipotesi che non sempre si realizzano appieno. È quindi molto importante prevedere diversi scenari. Cerchiamo qui di prendere in considerazione tanto gli scenari più pessimistici quanto quelli più positivi e a volte anche gli eventi inaspettati, per non essere colti di sorpresa. In base allo scenario che consideriamo come più probabile costruiamo poi la nostra strategia di investimento. Ma anche se una volta gli eventi dovessero sorprenderci, siamo in grado di adattare rapidamente la nostra strategia sulla base dei nostri scenari alternativi. Tra l’altro, comunichiamo anche ufficialmente i nostri scenari. Ad esempio, a pagina 4 di «UBS Investire» mostriamo i possibili andamenti degli indici principali per i prossimi sei mesi.

Non c’è sempre comunque un angolo buio che sfugge?

Abbiamo esperti in ogni parte del mondo che sentono il polso dei mercati. Siamo comunque consapevoli che la nostra percezione non è completa. Per colmare le nostre lacune ricorriamo sempre, come parte fissa del nostro processo di investimento, a rinomati specialisti in investimenti ed esperti provenienti da altri settori e sottoponiamo la nostra strategia di investimento a uno stress test. In questo ambito traiamo vantaggio dalla nostra rete e dalla nostra buona fama tra gli esperti.

Per ottenere un buon raccolto nel futuro. Fondi UBS Vitainvest.

I fondi d’investimento UBS Vitainvest sono il completamento ideale del vostro Conto Fisca UBS. Investendo in parte o totalmente i vostri attuali averi Fisca o i pagamenti futuri nei fondi UBS Vitainvest, potete partecipare all’andamento dei mercati finanziari e approfittare così di opportunità di rendimento maggiori.