«Atteso un lento aumento dei tassi»

Marc Both, manager dei fondi strategici UBS, spiega in che modo tasta il polso ai mercati e per quale motivo i fondi a strategia d'investimento sono pronti per probabili scenari dei tassi.

19.03.2014, Interview: Stephan Lehmann-Maldonado

Com'è una giornata tipica nella vita di un gestore di fondi?
Marc Both:
Poiché i mercati finanziari sono dinamici, ogni giorno ci attendono nuove sfide. Per reagire ai cambiamenti sul mercato, ci confrontiamo continuamente con i nostri specialisti e le nostre controparti. Sostanzialmente, noi gestori di fondi abbiamo quattro mansioni principali: per prima cosa bisogna attuare rapidamente le decisioni di investimento tattiche del comitato di investimento dell'UBS Chief Investment Office (CIO). Per seconda, selezioniamo attivamente titoli, dunque azioni e obbligazioni. Per terza cosa, ci occupiamo di afflussi e deflussi da parte dei clienti e li investiamo in base alla nostra strategia di investimento. Per quarta e ultima cosa, monitoriamo quotidianamente i diversi rischi dei fondi.

Al momento, i mercati delle materie prime sembrano ricevere valutazioni favorevoli. Perché non investite in tali mercati?
Marc Both:
Prima di investire in una nuova classe d'investimento come le materie prime, verifichiamo se i rischi a essa connessi sono compensati da opportunità di rendimento adeguatamente interessanti. Al momento, questo non è il caso delle materie prime, poiché esse sono volatili similmente alle azioni ma non fruttano dividendi. Inoltre, il loro valore dipende fortemente da fattori macropolitici. Tuttavia, se l'economia globale sarà interessata da una buona ripresa, il comitato di investimento rivaluterà la situazione. Se poi si dovesse decidere di creare una posizione tattica riguardo alle materie prime, questo sarebbe ammesso per i fondi strategici Xtra. Sebbene non investiamo direttamente in materie prime, gli investitori hanno la possibilità di partecipare indirettamente a questi mercati: mediante le azioni di aziende energetiche e del settore delle materie prime inserite nei fondi strategici.

Quali sono gli «extra» che differenziano i fondi strategici Xtra UBS dai fondi strategici UBS?
Marc Both:
I fondi strategici Xtra UBS comprendono anche investimenti alternativi come gli hedge fund. In tal modo, gli investitori privati possono partecipare allo sviluppo di questi investimenti, che altrimenti sarebbero per loro difficilmente accessibili o non lo sarebbero affatto. A questo scopo garantiamo la liquidità giornaliera. Gli investimenti alternativi accrescono le opportunità di rendimento, poiché consentono maggiori opportunità di rendimento rispetto agli investimenti tradizionali quali azioni e prestiti. Inoltre, essi contribuiscono a una migliore diversificazione del portafoglio. Nell'ultimo anno, i fondi strategici Xtra UBS hanno ad esempio conseguito un rendimento leggermente più alto rispetto ai fondi strategici UBS. Chi si aspetta un rialzo dei tassi, potrebbe avere un risultato migliore con i fondi strategici Xtra UBS, poiché possiedono una minore quota di investimenti fruttiferi. In ultima analisi, quale tipo di fondi si decide di scegliere dipende dalle esigenze individuali.

Nel caso di un aumento dei tassi, strategie di investimento conservative quali «Rendimento» o «Reddito» si trovano sotto pressione. È d'accordo con scenari secondo i quali incombono perdite fino al 3%, se i tassi aumentano dell'1%?
Marc Both:
In teoria uno scenario di questo tipo sarebbe possibile. La nostra opinione è che nel corso dell'anno i tassi non aumenteranno improvvisamente, bensì lentamente. Nell'ultimo anno i rendimenti dei titoli di Stato sono stati negativi e anche quest'anno dovrebbero raggiungere un livello molto basso. È tuttavia opportuno mantenere le obbligazioni. Esse offrono rendimenti regolari e garantiscono una certa diversificazione nel caso in cui i prezzi azionari subiscano un crollo. A ciò si aggiunge che abbiamo la possibilità di tutelarci in parte contro il rischio di crescita dei tassi di interesse. Per questo, nella nostra strategia di investimento - la Strategic asset allocation - ci sono quote maggiori di obbligazioni con rendimenti più elevati, ad esempio obbligazioni dei Paesi emergenti, obbligazioni societarie ad alto rendimento statunitensi e obbligazioni societarie investment grade globali con minore vincolo di capitale. Questo dovrebbe compensare l'effetto negativo di un aumento dei tassi. E se, contro ogni aspettativa, i tassi dovessero salire improvvisamente, potremmo adeguare dal punto di vista tattico il nostro portafoglio in brevissimo tempo, ad esempio con derivati, se il comitato di investimento prendesse questa decisione.

Con che rapidità lei attua le decisioni di investimento?
Marc Both:
Quando sui mercati si prospetta una crisi, è necessario reagire molto velocemente. In questo caso il nostro vantaggio è che abbiamo persone in tutte le principali piazze finanziarie del mondo. In tal modo riceviamo molto velocemente informazioni di prima mano e possiamo adottare misure 24 ore su 24.


Maggiori informazioni sui fondi strategici sono disponibili alla pagina: