Immigrare, emigrare e usufruire sempre di una previdenza ottimale.

Se desiderate mantenere la previdenza anche in caso di immigrazione in Svizzera o di emigrazione all'estero, occorre prestare attenzione ad alcuni elementi quando si passa a un nuovo sistema previdenziale.

  1. Poggiare su tre pilastri in caso di immigrazione – come pianificare la previdenza in Svizzera?
  2. Mantenere la copertura in caso di emigrazione – quali possibilità esistono per chi lascia la Svizzera?

Hotline previdenza

visual

1. Poggiare su tre pilastri in caso di immigrazione

Con il trasferimento in Svizzera mantenete la previdenza, ma in un nuovo sistema. Con i versamenti nel 1° e 2° pilastro acquisite il diritto a usufruire delle prestazioni di tale sistema. Inoltre, con il 3° pilastro, avete l'opportunità di godere di una previdenza ottimizzata fiscalmente.


Tre pilastri, un solo obiettivo: copertura finanziaria durante la pensione, in caso di invalidità e di decesso

Principio dei 3 pilastri per la copertura finanziaria durante la pensione

Fonte: UBS

Previdenza con il 1° pilastro

L'entità della rendita AVS dipende dal numero di anni di contribuzione e dal relativo importo dei versamenti. Nel sistema di ripartizione i contributi AVS versati personalmente non vengono risparmiati, ma servono a distribuire le rendite ai beneficiari AVS. A tale scopo dal vostro salario viene detratto direttamente il 5,15%. A questo pagamento il vostro datore di lavoro aggiunge la stessa cifra. I lavoratori indipendenti trovano le informazioni che li riguardano al link Lavoro indipendente e successione.

Previdenza con il 2° pilastro

Con la previdenza professionale risparmiate per voi stessi e sul saldo a vostro favore maturano gli interessi. A partire da un salario annuo di 21 060 franchi (situazione 2014) il datore di lavoro è tenuto a organizzare la vostra previdenza professionale, detraendo dal salario la percentuale opportuna in funzione dell'età, del salario e della cassa pensione, e versando a sua volta un importo almeno equivalente. L'estratto annuale della cassa pensione e il regolamento forniscono informazioni sullo stato attuale del patrimonio e sulle prestazioni in caso di pensione, invalidità o decesso.

Mediante riscatti facoltativi potete colmare le lacune dell'avere di vecchiaia e migliorare le prestazioni a vostro favore. Per gli immigrati che non sono mai stati affiliati a un istituto di previdenza in Svizzera il riscatto annuale nei primi 5 anni non deve superare il 20% del salario assicurato.

Previdenza con il 3° pilastro

La previdenza individuale (pilastro 3a) è la forma di previdenza contratta individualmente e sotto la propria responsabilità.

  • Beneficiate di interessi preferenziali e agevolazioni fiscali, poiché i versamenti sono deducibili dal reddito imponibile.
  • Chi è affiliato a una cassa pensione non può versare più di 6739 franchi (situazione 2014) all'anno.
  • Gli averi del pilastro 3a possono essere prelevati per il finanziamento di un'abitazione di proprietà a uso proprio in Svizzera.
  • Il capitale può essere pagato cinque anni prima dell'età di pensionamento AVS, al momento dell'emigrazione definitiva dalla Svizzera o al passaggio a un'attività lucrativa indipendente.
  • Anche chi ha la residenza in Svizzera e percepisce un reddito soggetto a imposta alla fonte può usufruire del risparmio fiscalmente agevolato con il pilastro 3a.

Al link Risparmio fiscale con il pilastro 3a potrete farvi una prima idea delle possibilità a vostra disposizione.

Se desiderate mantenere invariato il vostro tenore di vita abituale anche durante la pensione, le prestazioni del 1° e 2° pilastro non sono del tutto sufficienti. In aggiunta al pilastro 3a potete colmare la lacuna restante con il pilastro 3b. A seconda del profilo dell'investitore, potete scegliere tra diverse opportunità d'investimento del capitale.

Siamo a vostra disposizione per una consulenza personalizzata e per aiutarvi a prendere le decisioni giuste.

2. Mantenere la copertura in caso di emigrazione

Anche in caso di emigrazione potete continuare a usufruire delle prestazioni AVS/AI in funzione dei versamenti effettuati. Al momento del trasferimento definitivo, potete dunque farvi pagare i capitali risparmiati nella previdenza professionale e individuale entro i limiti stabiliti dalla legge, tuttavia sarà dovuta un'imposta alla fonte. 

Cosa accade con il 1° pilastro?

Non siete più soggetti all'assicurazione obbligatoria e potete contrarre un'assicurazione facoltativa:

  • se possedete la cittadinanza svizzera o di uno Stato dell'UE/EFTA, e
  • prendete la residenza fuori dall'area dell'UE/EFTA, e
  • prima dell'uscita dal paese siete stati assicurati ininterrottamente per cinque anni presso l'AVS.

La domanda deve essere presentata entro un anno.

Cosa accade con il 2° pilastro?

In presenza di determinate condizioni potete prelevare i vostri averi di previdenza.

  • Saldo della cassa pensione a vostro favore in regime obbligatorio – il pagamento della quota legale non è possibile se vi trasferite in uno Stato dell'UE/EFTA, nel quale siete soggetti all'assicurazione obbligatoria per la vecchiaia, l'invalidità e il decesso. Il saldo a vostro favore resta pertanto in Svizzera e deve essere trasferito su un conto bloccato, ad esempio sul Conto di libero passaggio UBS. Potrete prelevarlo al più presto cinque anni prima dell'età di pensionamento AVS.
  • Al momento dell'emigrazione potete prelevare gli averi della cassa pensione in regime sovraobbligatorio senza alcuna limitazione.

Cosa accade con il 3° pilastro?

Il saldo previdenziale a vostro favore del pilastro 3a può essere prelevato senza restrizioni.

Saremo lieti di assistervi nel trovare la soluzione più adatta alle vostre esigenze.

Temi correlati alla sua previdenza


* Numero verde. Eccezioni: i vari provider di telecomunicazioni possono applicare un sovrapprezzo per le chiamate da cellulare, cabina telefonica o dall'estero.