Colmare la lacuna previdenziale e dimenticare ogni preoccupazione.

Probabilmente la rendita AVS e quella della cassa pensione non riusciranno a soddisfare pienamente il vostro fabbisogno durante il periodo della pensione. Se volete mantenere il vostro tenore di vita anche dopo il pensionamento dovete pensare a una previdenza complementare.

Il sistema di previdenza svizzero è basato su tre pilastri: previdenza statale, professionale e individuale. I pilastri si integrano a vicenda in modo da creare la migliore copertura finanziaria possibile.

  1. Comprendere il principio dei tre pilastri – come funziona il sistema di previdenza svizzero?
  2. Conoscere i propri tre pilastri – quali prestazioni potete aspettarvi dalla previdenza?
  3. Colmare la lacuna previdenziale – come accantonate il capitale necessario?

Hotline previdenza

visual

1. Comprendere il principio dei tre pilastri

La previdenza statale e professionale insieme rappresentano la base per mantenere il vostro tenore di vita. La previdenza individuale è pensata per colmare un'eventuale lacuna di reddito.


Tre pilastri, un unico obiettivo: la copertura finanziaria

Principio dei 3 pilastri per la copertura finanziaria in età avanzata

Fonte: UBS

I tre pilastri insieme garantiscono una copertura finanziaria che vi consente di guardare con serenità al periodo della pensione.

Il 1° pilastro garantisce la sussistenza

La previdenza statale vi garantisce la minima sussistenza finanziaria. Offre infatti una rendita di base obbligatoria a tutte le persone con domicilio o che lavorano in Svizzera.

Il 2° pilastro garantisce un tenore di vita adeguato

La previdenza professionale deve garantire il mantenimento del vostro tenore di vita abituale, anche dopo il pensionamento. Insieme alla previdenza statale, copre circa il 60 a 70 per cento dell'ultimo stipendio da voi percepito. La previdenza professionale è gestita dalle casse pensione ed è obbligatoria per tutti i lavoratori con reddito annuo superiore ai 21 060 franchi (aggiornato al 2013). Chi esercita un'attività lavorativa indipendente può aderire volontariamente al 2° pilastro.

Il 3° pilastro colma un'eventuale lacuna di reddito

La previdenza individuale deve colmare la lacuna di reddito che rimane nonostante le massime prestazioni garantite dal 1° e dal 2° pilastro. Costituire per tempo il 3° pilastro aiuta a mantenere lo stile di vita abituale. I versamenti nel 3° pilastro, però, non servono solo ad accumulare un patrimonio ma comportano anche agevolazioni fiscali.


2. Conoscere i propri tre pilastri

Proprio nel caso di redditi superiori, le rendite della previdenza statale e professionale dopo il pensionamento possono essere sensibilmente inferiori rispetto all'ultimo stipendio percepito. 


Investire nella sicurezza futura, risparmiando sulle imposte

Prestazioni di vecchiaia dei 3 pilastri in base allo stipendio annuo

Calcolo basato sulla durata massima di contribuzione AVS e sulla parte obbligatoria ai sensi della LPP.

Fonte: UBS, aggiornato al 1° gennaio 2013

Cosa potete aspettarvi dalla previdenza statale e professionale?

Anni di contribuzione senza lacune sono la premessa fondamentale per ottenere la massima rendita AVS possibile. Per informazioni più precise sulla rendita AVS attesa potete rivolgervi alla vostra cassa di compensazione.

La rendita dalla previdenza professionale, invece, dipende dal capitale di vecchiaia risparmiato e dal tasso di conversione, che determina l'ammontare della rendita annua come percentuale del capitale di vecchiaia accumulato. Tutti i dettagli sulla vostra previdenza professionale sono consultabili nel regolamento della rispettiva cassa pensione. Il certificato rilasciato annualmente dalla cassa pensione aggiorna sullo stato delle prestazioni prevedibili.

Il vostro budget pensionistico presenta una lacuna di reddito?

Fate un quadro generale del vostro budget di spesa attuale. Cosa cambia nel vostro budget pensionistico? Pagherete un canone di affitto inferiore? Farete viaggi più lunghi? Di regola, le spese nel periodo della pensione ammontano a circa l'80-100% delle spese nei periodi precedenti.

Potete contare su un reddito supplementare, come redditi da locazione, interessi su conti di risparmio e obbligazioni, dividendi?
Quanto più precisamente riuscirete a quantificare il vostro budget pensionistico, tanto più precise saranno le previsioni su un'eventuale lacuna previdenziale.

Nella maggior parte dei casi, dopo il pensionamento le spese superano i redditi. Moltiplicate la lacuna di reddito per 20 e otterrete l'importo approssimativo di quanto bisogna risparmiare fino al pensionamento per colmare la lacuna.


3. Colmare la lacuna previdenziale

Per colmare una lacuna prevedibile, potete aumentare la rendita attesa eseguendo un riscatto volontario nella cassa pensione.

La previdenza vincolata del pilastro 3a e la previdenza libera del pilastro 3b rappresentano opportunità flessibili per costituire la previdenza individuale. Prima si comincia, meglio è. Per informazioni utili consultate Risparmiare per la previdenza.

Per la serenità finanziaria durante il pensionamento, è in ogni caso consigliabile pianificare la previdenza in anticipo e senza tralasciare nulla. Fissate un appuntamento per un colloquio personale con noi.

Ulteriori informazioni sulla copertura per incapacità di guadagno o in caso di decesso sono disponibili in Concubinato, famiglia, divorzio.


Fabbisogno di capitale per la copertura della lacuna di reddito

Lacuna di reddito tra il fabbisogno coperto dalla previdenza a 3 pilastri e il reddito da attività lavorativa

Fonte: UBS

 

 

Quando si tratta di sfruttare al meglio le vostre possibilità, noi siamo al vostro fianco.

Temi correlati alla sua previdenza


* Numero verde. Eccezioni: i vari provider di telecomunicazioni possono applicare un sovrapprezzo per le chiamate da cellulare, cabina telefonica o dall'estero.