Vendere o ereditare un’abitazione di proprietà.

Chi pianifica tempestivamente la vendita o il cambio di abitazione può conseguire un risparmio sulle imposte. È opportuno anche pensare per tempo alla situazione abitativa nella terza età e alla regolamentazione successoria in caso di decesso.

Molti proprietari di un’abitazione hanno investito nell’immobile la maggior parte del proprio patrimonio. In caso di decesso, ciò può comportare seri problemi finanziari per il coniuge superstite nel caso in cui si debbano riscattare le quote di altri eredi. Una regolamentazione in base al diritto relativo al regime dei beni e successorio può evitare questi problemi.

Nell’ambito del matrimonio la forma più frequente di regime dei beni è la partecipazione agli acquisti. Nel caso di decesso del marito, ad esempio, la ripartizione del patrimonio è la seguente:

Ripartizione in base al diritto sul regime dei beni e successorio
Beni propri marito Acquisti marito Acquisti moglie Beni propri moglie
  • Beni ereditati
  • Effetti personali
  • Patrimonio prima del matrimonio

Redditi durante il matrimonio

Proventi generati dai beni propri

  • Beni ereditati
  • Effetti personali
  • Patrimonio prima del matrimonio

Massa successoria

(beni propri + ½ quota acquisti)

Spettanza moglie in virtù del diritto sul regime dei beni

(beni propri + ½ quota acquisti)

In caso di decesso di un coniuge i figli hanno diritto alla metà della massa successoria (beni propri + ½ quota acquisti). Il pagamento di questa quota può causare problemi al coniuge superstite dal momento che la maggior parte del patrimonio è investita nell’abitazione di proprietà.

Qualora la costituzione in pegno lo consenta è possibile aumentare l’ipoteca, il che tuttavia comporta un incremento degli oneri per interessi. L’alternativa sarebbe di vendere l’immobile.

Con una convenzione matrimoniale e/o un contratto successorio è possibile decidere che alla morte di un partner tutti i beni acquistati vadano al partner superstite. Se siete interessati a una regolamentazione in base al diritto relativo al regime dei beni e successorio vi consigliamo di rivolgervi a un notaio o a un avvocato.

* Numero verde. Eccezioni: i vari provider di telecomunicazioni possono applicare un sovrapprezzo per le chiamate da cellulare, cabina telefonica o dall'estero.