L’essenziale nella fase di costruzione e di acquisto.

Affinché tutto nella costruzione o nell’acquisto di un’abitazione vada per il verso giusto è importante rispettare alcuni criteri e chiarire prima determinati aspetti. I nostri consulenti mettono al vostro servizio la loro lunga esperienza per aiutarvi nella pianificazione, consentendovi così di realizzare il vostro progetto senza complicazioni.

Nella costruzione o nell’acquisto di un’abitazione è necessario osservare alcuni punti importanti. I nostri consulenti mettono al vostro servizio la loro lunga esperienza per assistervi, evitandovi così brutte sorprese o inutili costi.

Ecco i criteri che dovete rispettare.

  • Procuratevi un estratto integrale del registro fondiario (presso l’ufficio del registro fondiario) in cui sono indicate tutte le servitù, gli oneri fondiari e le eventuali annotazioni/menzioni. Importante: la legge non ammette ignoranza. Non è giuridicamente possibile obiettare di non essere stati a conoscenza delle iscrizioni nel registro fondiario.
  • Verificate il grado di urbanizzazione del fondo (collegamenti stradali, allacciamenti alla rete elettrica, idrica, fognaria, del gas ecc.) e l’origine del terreno (attenzione: siti contaminati).
  • Assicuratevi che nel contratto di compravendita del fondo sia garantito il pagamento dell’imposta sul passaggio di proprietà (trapasso) e sugli utili da sostanza immobiliare nonché di tutti gli altri diritti dovuti. In genere, per questi oneri i cantoni e i comuni detengono un diritto legale di pegno sul fondo.
  • Il passaggio di proprietà (trapasso) si perfeziona solo con l’iscrizione nel registro fondiario. La semplice certificazione non è sufficiente.
  • Se acquistate il fondo insieme ad altre persone, la legge prevede due possibilità: la proprietà collettiva o la comproprietà. Fatevi consigliare da un legale.

  • Per mettere in chiaro dall’inizio le vostre aspettative dovreste consegnare all’architetto un dettagliato "capitolato d’oneri" che stabilisca tra l’altro, senza possibilità di fraintendimenti, il prezzo massimo della costruzione.
  • Qualora la costruzione riguardi una casa singola, normalmente i costi di progettazione iniziano con la prima bozza. Stabilite insieme al vostro architetto l’onorario per il progetto preliminare, per il progetto definitivo fino alla concessione della licenza edilizia e per l’esecuzione dei lavori, precisando il compenso per singola voce. Riservatevi il diritto di recesso, senza costi supplementari, al termine di ogni fase dei lavori (pattuite uno svolgimento a tappe).
  • Una descrizione particolareggiata della costruzione e un preventivo sono ottime basi per decidere se realizzare o meno l’opera.
  • Per l’esecuzione dei lavori è d’obbligo un piano di costruzione dettagliato con le varie scadenze per poter seguire una precisa tabella di marcia.
  • Se optate per l’acquisto di una casa «chiavi in mano» con un costruttore o un’impresa generale, richiedete una conferma scritta di tutte le varianti individuali (con relativi onorari supplementari), integrazioni, spese accessorie, tasse ecc. Solo così potrete valutare il prezzo effettivo di acquisto.
  • Per realizzare il vostro progetto di costruzione rivolgetevi a partner affidabili (impresari, artigiani ecc.).
  • Controllate che le offerte siano complete ed esatte.
  • Confrontate le offerte con attenzione e scegliete la migliore, non semplicemente la più economica.
  • La Società svizzera degli ingegneri e degli architetti (SIA) e l’Associazione svizzera delle imprese generali (ASIG) dispongono di modelli di contratto, condizioni generali, norme e raccomandazioni che possono servire da basi contrattuali.
  • Per i crediti insoluti le imprese e gli artigiani possono rivalersi esercitando un diritto legale di pegno. I rischi sorgono soprattutto quando i lavori vengono affidati alle imprese generali. Raccogliete dunque tutte le referenze possibili.
  • Il collaudo della costruzione o la presa in consegna dell’immobile acquistato dovrebbe avvenire sulla base di un sopralluogo comune e di un verbale (sotto forma di lista dei difetti constatati) sottoscritto da tutte le parti in causa.
  • Per il periodo di garanzia pattuito (fissato da SIA e ASIG in due anni per i difetti visibili e cinque anni per quelli non visibili) sussiste la responsabilità delle imprese e degli artigiani che sono tenuti a eliminare gli inconvenienti che si verificano in questo lasso di tempo.
  • Se optate per una casa "chiavi in mano", non dimenticate di chiedere la cessione a vostro favore dei diritti di garanzia del venditore nei confronti di artigiani e fornitori. In caso contrario, dovreste pagare di tasca vostra danni che sarebbero altrimenti coperti da garanzia.
  • Assicuratevi che, per la stesura dell’offerta, il vostro architetto coinvolga soltanto ingegneri specializzati, imprese e artigiani di provata professionalità. Per un confronto prezzo-prestazioni in ogni ambito di attività è consigliabile raccogliere più offerte.
  • Documentate in modo possibilmente dettagliato l’andamento dei lavori di costruzione (ad es. con foto, schizzi, appunti ecc.). Discutete gli eventuali problemi con l’architetto.
  • Per avere un costante aggiornamento, coordinare i lavori e prendere le decisioni necessarie è opportuno incontrare regolarmente l’architetto, mettendo per iscritto quanto concordato e tutti i fatti rilevanti.
  • Se rilevate la presenza di difetti o irregolarità, rivolgetevi direttamente all’architetto piuttosto che all’impresa o agli artigiani. Contestate immediatamente i difetti rilevati, come l’umidità sulle pareti o le crepe nelle murature, poiché porvi rimedio successivamente può risultare molto complicato.
  • Durante il collaudo della costruzione o la presa in consegna dell’immobile acquistato, non fatevi mettere sotto pressione. Un controllo attento e scrupoloso e l’elencazione dei difetti in un apposito verbale richiedono tempo.
  • Conservare tutta la documentazione (piani, certificati di garanzia ecc.)
  • Controllo di volumetrie e fatture
  • Conteggi per incarichi supplementari e lavori a regia, controllo dei pagamenti

* Numero verde. Eccezioni: i vari provider di telecomunicazioni possono applicare un sovrapprezzo per le chiamate da cellulare, cabina telefonica o dall'estero.