Finanziatori per la crescita della vostra azienda

Nelle diverse fasi del ciclo di vita della vostra azienda avete diverse opzioni per procurarvi il capitale proprio o di terzi. Al momento della costituzione deve essere apportato prevalentemente capitale proprio, poiché si tratta di capitale soggetto a un certo rischio. I crediti concessi dalle banche dovrebbero essere utilizzati solo per il prefinanziamento del flusso di cassa garantito perché gli interessi e i rimborsi sono dovuti indipendentemente dal successo aziendale.

Panoramica dei possibili finanziatori

Finanziatori

Con questo termine s’intendono i mezzi apportati in azienda da uno o più proprietari – sotto forma ad esempio di denaro contante, conferimenti in natura, prestazioni proprie o anche utili che riconfluiscono nell’azienda. Il capitale proprio figura tra i passivi di bilancio. Esso dà diritto alla partecipazione agli utili dell’azienda, ma comporta anche l’assunzione delle perdite. Nella maggior parte dei casi, a chi conferisce il capitale spetta un diritto di codecisione nelle scelte aziendali.

Il concetto di venture capital proviene dagli Stati Uniti e designa l’apporto di capitale proprio garantito o di mezzi affini al capitale proprio. La durata va di norma dai tre ai dieci anni e viene fissata per contratto. Il finanziatore rinuncia ampiamente alla costituzione di garanzie. L’apporto di capitale di rischio a un’azienda dipende innanzitutto dalle sue possibilità di crescita e dal rendimento atteso. La forma di venture capital è impiegata prevalentemente nelle prime fasi dell’azienda e per il finanziamento della crescita. Il venture capital comprende anche la consulenza e l’assistenza da parte del finanziatore, la cui entità dipende sia dall’effettiva offerta di quest’ultimo, sia dal grado di sviluppo dell’impresa beneficiaria.

Il termine generico indica le forme di finanziamento che, sotto il profilo legale ed economico, rappresentano un ibrido fra capitale proprio e di terzi. La variante classica prevede che l’azienda riceva il capitale proprio senza concedere ai finanziatori gli stessi diritti di cui si possono avvalere i soci veri e propri. Il capitale mezzanino può essere apportato, in modo simile al capitale proprio («equity mezzanine»), sotto forma di diritti di godimento, buoni di godimento titolarizzati, partecipazioni tacite nonché obbligazioni convertibili o a opzione. Il capitale mezzanino sotto forma di prestiti subordinati è ritenuto invece capitale di terzi e viene iscritto in bilancio come debito («debt mezzanine»). Con il mezzanino si può elevare il limite di credito, il che consente un finanziamento misto più conveniente.

L’ingresso in borsa (in inglese IPO significa Initial Public Offering; in passato detto anche «going public») consiste nella prima offerta di azioni di un’azienda sul mercato dei capitali. Mediante l’ingresso in borsa l’impresa ottiene nuove risorse per finanziare la crescita e per consolidare il capitale proprio. L’IPO permette inoltre di regolare la successione aziendale e gli spin-off. Altre ragioni per scegliere questa opzione sono il miglioramento dei costi del capitale di terzi grazie a una migliore solvibilità, l’aumento del grado di notorietà, dell’attrattiva sul mercato del lavoro o della competitività.

Questo concetto proviene dagli Stati Uniti e designa il capitale di partecipazione privato, messo a disposizione da investitori privati o istituzionali come capitale proprio. I beneficiari sono prevalentemente piccole e medie imprese. La durata di questa forma di finanziamento oscilla di norma fra i tre e i dieci anni; si rinuncia quasi sempre a garanzie. Di regola il private equity prevede anche un’offerta di assistenza e consulenza. L’entità e la modalità del know-how trasferito dall’investitore è legato all’offerta generale del finanziatore e al grado di sviluppo dell’impresa beneficiaria del capitale.

Le nostre soluzioni di finanziamento per le imprese

Diamo sostegno ai vostri piani di crescita fornendovi una consulenza competente e incrementiamo il vostro margine di manovra aziendale con soluzioni di finanziamento individuali, come crediti, leasing, factoring o Trade & Export Finance